Tumore al colon: al Pascale 3 nuovi trattamenti di cura

Pascale

Napoli – In vista grandi novità per la cura del tumore al colon. Infatti al Pascale, ospedale napoletano da sempre all’avanguardia nella cura dei malati tumorali e soprattutto nella sperimentazione di nuove terapie, avvierà a breve tre originali studi terapeutici per combattere il diffusissimo tumore al colon.

Ciò è stato possibile grazie anche alla collaborazione con l’Unità di Farmacologia Sperimentale Oncologica diretta da Alfredo Budillon e l’Unità di Oncologia Clinica Sperimentale dell’addome diretta da Antonio Avallone, con il coinvolgimento della Chirurgia Colonrettale di Paolo del Rio e di quella Epatobiliare di Francesco Izzo.

Gli studi saranno tre. Il primo denominato Improve consiste in una nuova modalità di somministrazione dell’anticorpo anti-EGFR panitumumab in associazione alla chemioterapia standard, per i pazienti che presentano tumore avanzato in prima linea di trattamento. Il fine è quello di reagire all’adattamento del tumore all’organismo con meccanismi di cura avanzati che al tempo stesso riducano gli effetti collaterali. Questo trattamento verrà introdotto nel protocollo classico nel giro di pochi giorni.

Il secondo denominato Nicole valuterà l’impatto di un immunoterapico, l’anticorpo anti-PD1 Nivolumab, somministrato prima dell’intervento chirurgico nei tumori del colon localmente avanzati. La finalità della sperimentazione è di evitare la formazione di metastasi a distanza. Sarà introdotto entro giugno.

Il terzo denominato Revolution verrà riservato ai pazienti con tumore del colon avanzato con mutazione del gene RAS, l’impatto sulla sopravvivenza, di un farmaco generico a basso costo, l’acido valproico, un anticonvulsivante e stabilizzatore dell’umore utilizzato da oltre cinquanta anni, associato al trattamento standard con chemioterapia e anticorpo anti VEGF Bevacizumab. Sarà introdotto entro l’estate.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più