Napoli. 90enne chiama la Polizia per furto, ma la realtà è un’altra e fa commuovere

Napoli – A volte chiamare le forze dell’ordine per fatti che poi risultano non veritieri ci fa arrabbiare, ma quando a farlo è una nonnina di oltre 90 anni ci fa commuovere. Come Ester che questa mattina ha chiamato il 113 denunciando di essere stata derubata in casa. L’operatore che ha ricevuto la telefonata ha mantenuto la conversazione per tenere calma l’anziana donna e ha mandato subito una volante con gli agenti in servizio di controllo del territorio del Commissariato San Carlo Arena.

Come riporta Il Mattino, quando i poliziotti sono giunti nell’appartamento dell’anziana signora è apparso evidente che il furto denunciato non era avvenuto, la casa era in perfetto ordine, la signora era ben curata e sul tavolo della cucina c’era anche del denaro. Ester a quel punto non ha potuto fare altro che confessare di non aver subito nessun furto e che invece aveva chiamato il 113 perché voleva fare colazione in compagnia, con il desiderio che qualcuno si prendesse cura di lei visto che vive da sola in casa.

Gli agenti commossi da tale richiesta le hanno offerto la colazione in un bar nei pressi dell’abitazione della donna rendendola felice. Dopo la colazione gli agenti hanno accompagnato Ester nella vicina parrocchia di via Centauro dove il sacerdote che ben conosce la signora, l’ha presa in custodia e avrebbe fatto in modo di trovare qualcuno che potesse farle compagnia.

Purtroppo quello di Ester è uno dei tanti casi di anziani che vivono in solitudine, un problema che più volte si è cercato di risolvere grazie alle tante associazioni ma che purtroppo da sole non bastano.

Potrebbe anche interessarti