Bimba di 40 giorni muore per arresto cardiaco: “Inutili le manovre di soccorso”

Ieri sera, 9 luglio 2018, una bimba di appena 40 giorni, giunta al nosocomio in arresto cardiaco, è deceduta al Pronto Soccorso dell’ospedale Santa Maria delle Grazie di Pozzuoli.  I sanitari sono intervenuti immediatamente tentando di rianimarla con manovre durate per oltre un’ora, ma la piccola non ha superato la crisi.

I medici hanno chiesto l’effettuazione di un’autopsia per verificare eventuali patologie congenite della piccola.
L’ASL Napoli 2 Nord adotta uno specifico Protocollo Diagnostico Terapeutico per la gestione delle emergenze pediatriche.

La vicenda è stata resa nota dall’Asl Napoli 2 Nord, attraverso un comunicato: “I sanitari del Pronto Soccorso sono intervenuti immediatamente con le manovre di rianimazione anche con il supporto di tre anestesisti rianimatori e di due pediatri. Le operazioni di soccorso sono durate per oltre un’ora, facendo sperare per un attimo che la bambina potesse superare la crisi. Durante le manovre di rianimazione, tuttavia, si è verificato un nuovo arresto cardiaco estremamente grave a seguito del quale ogni intervento salvavita dei rianimatori si è rivelato inutile”.

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più