Intervento da record: pacemaker impiantato ad una donna di 104 anni

Con i progressi fatti dalla medicina, in particolare dalla chirurgia, non è più una sorpresa sentir parlare dell’impianto di un pacemaker, ma la stessa operazione diventa una notizia se la paziente ha ben 104 anni. Questo è quello che è accaduto all’ospedale “Sant’Anna e San Sebastiano” di Caserta dove un’anziana, dopo un malore e con un trauma cranico, ha subito un delicato intervento che ha richiesto, appunto, l’impianto del cosiddetto “segna-ritmo”.

Trasportata in ospedale dai parenti, in condizioni critiche, la donna è stata ricoverata nell’Unità di terapia intensiva cardiologica (Utic) per un disturbo al cuore che, nel rallentare improvvisamente, aveva causato il malore. Come di consueto tali casi richiedono l’impianto sottocutaneo, nel torace, di un pacemaker che attraverso dei cateteri arriva al cuore e gli conferisce l’impulso elettrico necessario per funzionare come di dovere.

Il delicato intervento è stato eseguito dal Prof. Miguel Viscusi e dalla sua équipe, ma la donna, ricordiamo di 104 anni, per la durata del ricovero, è stata seguita nel reparto di Cardiologia dal professore Paolo Calabrò. La paziente, dopo una degenza trascorsa senza complicanze, è stata dimessa riacquistando la buona salute.

Potrebbe anche interessarti