Napoli. Infermiera aggredita brutalmente: strattonata e trascinata per i capelli

 

Ospedale

NapoliGli ospedali di Napoli sono diventati dei veri e propri cambi di battaglia. Strutture nate per la cura e la guarigione di persone malate, si stanno trasformando in campi minati in cui è impossibile per i professionisti presenti al suo interno svolgere il proprio lavoro, a causa di pazienti o familiari facinorosi che con i loro atti violenti e immotivati mettono di continuo a repentaglio l’incolumità dei sanitari.

Un’ ultima aggressione è avvenuta nella notte all‘Ospedale Vecchio Pellegrini. A riportare la notizia è “Nessuno tocchi Ippocrate”, pagina Facebook in cui vengono denunciati questi atti di insana violenza. Vittima innocente è anche questa volta un’ infermiera.

La sanitaria di 41 anni in servizio al pronto soccorso stava svolgendo “in piena regola” il suo lavoro, spiegando ai familiari di una paziente accorsa al presidio a causa di un dolore al petto, di attendere il proprio turno in quanto vi erano dei codici rossi che richiedevano un pronto intervento immediato. Ma la figlia della paziente, contrariata dalla spiegazione della donna, ha cominciato prima a insultare pesantemente l’infermiera per poi passare alle maniere forti trascinandola per i capelli e strattonandola brutalmente. 

Immediato l’intervento dei Carabinieri che hanno subito raccolto testimonianze per fare luce sulla vicenda. Intanto l’infermiera 41enne, soccorsa dai colleghi e dai medici presenti, ha riportato vari politraumi e un trauma contusivo al cuoio capelluto oltre all’evidente stato di ansia e di agitazione. La prognosi è di 15 giorni.

 

 

 

 

Potrebbe anche interessarti