Napoli- Milan. Nessun biglietto omaggio per assessori e consiglieri: perchè

Numeri alla mano, l'Europa League non tira

Napoli – Continuano le polemiche sullo stadio San Paolo. Il colosso di Fuorigrotta è ormai da troppi anni al centro di varie polemiche. Dalla sua struttura decisamente vecchiotta e non prettamente in norma alle direttive europee inerenti sia alla sicurezza che ai servizi da offrire, alla sua gestione condotta in maniera negligente e ambigua. A questi diversi problemi organizzativi, che assumono una preoccupante gravità se si pensa che l’anno prossimo ci saranno anche le Universiadi e lo stadio San Paolo è stato scelto tra le strutture predisposte ad ospitare le gare di atletica, nelle ultime ore se ne è aggiunta un’ altra: non saranno distribuiti tagliandi gratis per i consiglieri comunali e assessori in occasione della prima partita casalinga ufficiale del Napoli contro il Milan. 

Questa scelta è stata presa dal Capo di Gabinetto Attilio Auricchio che ha inviato un e-mail a tutti coloro che avevano “diritto a questo beneficio” specificando che: “in assenza di accordi specifici accordi presi con la SSC Napoli, non saranno disponibili tagliandi d’ingresso relativi all’incontro di calcio Napoli- Milano di sabato sera”.

La motivazione di schermo è che le due parti, Comune e SSC Napoli, non hanno ancora rinnovato gli accordi. Ma se si squarcia questo velo di maya, si capisce che la questione si inserisce e inasprisce una diatriba in atto ormai da diversi mesi che riguarda soprattutto la gestione dello stadio. Il Napoli, o meglio De Laurentiis vorrebbe il dominio assoluto sull’arena di Fuorigrotta, mentre il Comune non vorrebbe perdere i preziosi introiti che derivano dall’affitto del San Paolo, anche se non viene curato e valorizzato come vorrebbe il patron azzurro.

Ormai è guerra. E l’ armistizio sembra essere ancora lontano. Di certo nessuna delle due parti sembra voler fare un “passo” verso l’altro.

 

Potrebbe anche interessarti