De Magistris: “Mi spaventano le fiction sulla camorra: decidiamo da che parte stare”

Ospite ad un convegno tenutosi al Centro Europeo di Studi di Nisida, con oggetto le “Devianze giovanili e pratiche di intervento”, il sindaco di Napoli, Luigi De Magistris, ha parlato della relazione tra la tv e la criminalità minorile.

Il pensiero è andato subito a Gomorra, anche se il riferimento non è stato diretto: “Mi spaventano molto le fiction televisive dove gli attori rendono simpatico il linguaggio camorristico del boss: attori e attrici che sono l’orgoglio della nostra città ma che manifestano una certa difficoltà quando li chiamo per smitizzare quel modello nelle scuole”. 

“Capisco i contratti televisivi – le parole del primo cittadino riportate da Il Mattino- però dobbiamo decidere tutti da che parte stare. Se qualcuno pensa che il tema della devianza minorile sia solo di competenza del sindaco, della magistratura e delle forze dell’ordine allora abbiamo già perso. Il mondo della comunicazione è fondamentale. A Napoli si stanno costruendo alternative che però non si vedono”.

Potrebbe anche interessarti