I trucchi per Halloween fanno male? Come evitare dermatiti e reazioni allergiche

Anno dopo anno, la festa di Halloween sta prendendo sempre più piede in Italia. Dolcetto o scherzetto, ormai, è diventato una tradizione anche dalle nostre parti. Una festa amata soprattutto dai più piccoli, che non aspettano altro che vestirsi da vampiri, fantasmi o zombie!

Parte fondamentale del travestimento è, ovviamente, il trucco. Ed è soprattutto in questo periodo, quindi, che vengono messi in commercio prodotti ad hoc per celebrare Halloween: maschere, costumi e soprattutto trucchi. Sul mercato se ne trovano di diversi tipi. Ma quali bisogna scegliere? Possono esserci dei problemi per i bambini?

E’ scontato dirlo, ma gli esperti sconsigliano di acquistare trucchi low cost, la cui origine non è specificata. Spesso, infatti, possono trovarsi delle sostanze vietate e talvolta dannose, specie nei trucchi di importazione. I dermatologi consigliano di scegliere quelli contenenti colori vegetali o alimentari, studiati quindi per essere anallergici.

In alternativa ci si può orientare sui prodotti usati al teatro e al cinema: sono pensati per essere utilizzati dagli attori, anche per lunghi periodi. Inoltre, è opportuno testare i trucchi acquistati prima di utilizzarli. Si possono provare piccole quantità sulla pelle dei bambini, aspettare una decina di minuti e controllare se compaiono arrossamenti o bruciori.

Fondamentale, inoltre, è la pulizia. Bisogna lavare bene il viso prima di andare a letto, così da non lasciare tracce sulla pelle. Evitare, infine, di usare i trucchi sul contorno occhi, poiché la pelle è più sensibile.

Potrebbe anche interessarti