Portici, partorisce nell’androne del palazzo: in città non si nasceva da oltre 20 anni

partoPortici – Una bella notizia arriva dal comune della provincia di Napoli. Nella cittadina vesuviana è arrivata la cicogna, lunedì scorso infatti Myriam al nono mese di gravidanza ha partorito nell’androne del palazzo dei genitori, al I Viale Melina. Samuel questo il nome dato al bambino aveva fretta di venire al mondo. Durante la serata la giovane ha avvertito una strana sensazione, delle fitte, chiedendo così di poter andare subito in ospedale per eseguire un’ecografia. Samuel però non ha dato il tempo alla mamma di andare in ospedale ed è nato nell’androne del palazzo alle ore 21.40.

Soltanto in un secondo momento i condomini si sono resi conto del lieto evento, affacciandosi ai balconi. Il piccolo Samuel è nato di due chili. Il piccolo e la sua mamma sono stati poi accompagnati al Loreto Mare di Napoli da papà Roberto. Al momento il neonato si trova in osservazione come da prassi, in attesa di tornare a casa.

Soddisfazione anche per il sindaco Enzo Cuomo che commenta: “Samuel, una bella storia di un bambino che ha voluto nascere a Portici. Ieri mi ha contattato Roberto per raccontarmi delle Sue emozioni per la nascita del Suo bambino Samuel. Una nascita di per se’ è già un evento straordinario, ma la nascita di Samuel per Portici lo è stata ancor di più. Samuel ha voluto nascere a Portici, la Mamma Myriam, ha rotto le acque mentre era a casa dei Genitori al I Viale Melina e di fatto ha partorito giu’ nel condominio del civico 20 dinanzi alle persone incredule affacciate ai balconi richiamate dal trambusto. Nei prossimi giorni mi recherò a casa di Samuel a portare il benvenuto e gli auguri della nostra Comunità a Samuel ed ai Suoi Genitori Myriam e Roberto. Che straordinaria storia è la vita”.

La nascita di Samuel per Portici è un evento straordinario, infatti in città non nasceva un bambino da oltre 20 anni. Samuel sulla Carta d’Identità avrà la dicitura nato a Portici.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più