Migranti, De Magistris: “Da Napoli 450 imbarcazioni”. Salvini: “Pensi alla sua città”

C0ntinua il botta e risposta a distanza tra Matteo Salvini e Luigi De Magistris sulla questione dei porti chiusi ai migranti. Il sindaco di Napoli ha ribadito, ancora una volta, il suo appoggio alla causa “umanitaria”, mettendo a disposizione il porto di Napoli per accogliere i migranti.

“Io trovo disumano e indegno che delle persone, tra cui 3 bambini e 4 donne, siano dal 22 dicembre in balia delle onde al gelo, con questo balletto squallidissimo tra Di Maio, Malta e Unione Europea – ha detto a Radio 24 -. Che i porti siano chiusi è una balla, i porti non sono chiusi, questa è una posizione politica, ma ad oggi i porti sono aperti. Salvini non vuole far entrare la nave in territorio italiano? A Napoli ad oggi abbiamo la disponibilità di 450 imbarcazioni per andare a recuperare queste persone che stanno morendo. Li andremo a soccorrere in acque internazionali perché il diritto del mare dice di salvare e prestare soccorso alle persone che stanno per morire”.

A rispondergli, quasi immediatamente, è stato il ministro dell’Interno Salvini, che su twitter ironizza: “Il sindaco di Napoli è pronto a mollare tutto e a salire sulla prima barca con la fascia tricolore per andare a prendere gli immigrati clandestini traghettati dalle Ong. I problemi della città e dei napoletani possono attendere». 

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più