Soldi vinti al gioco o in regalo: così si può perdere il reddito di cittadinanza

Gratta e vinci

Se siete tra i possibili beneficiari del reddito di cittadinanza, questa potrebbe essere un’informazione molto importante. Il decreto contenente il testo della misura varata dal governo è all’esame della Camera, dove sono state introdotte alcune novità. Adesso, è possibile perdere il reddito “nel caso di acquisizioni di somme sopra gli importi previsti” e “a seguito di donazione successione o vincite. Insomma, chi vince una cifra consistente al gioco può dire addio al reddito di cittadinanza.

Nello specifico, la somma che può farvi smettere di percepire il sussidio è di 6.000 euro; sale di 2.000 euro per ogni componente della famiglia, fino ad un massimo di 10.000 euro. Il superamento della soglia, inoltre, deve essere comunicato entro 15 giorni. Si tratta di una novità abbastanza annunciata. Fin dal suo insediamento, il governo ha mostrato una certa avversione verso il gioco d’azzardo. Non a caso, con la card del reddito di cittadinanza sarà impossibile utilizzare i 780 euro previsti in gratta e vinci o alle slot machines.

L’erogazione del reddito, però, come detto in precedenza, può essere interrotta anche nel caso in cui la soglia venga superata per soldi regalati o ereditati. Ricapitolando, il valore base da non superare è di 6.000 euro ed è previsto un incremento di 2.000 euro per ogni familiare successivo al primo, fino ad un massimo di 10.000 euro. Ci sono poi ulteriori incrementi dal terzo figlio in poi e per eventuali familiari con disabilità. Dal terzo figlio la somma si incrementa di 1.000 euro mentre per ogni disabile di 5.000 euro.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più