Voti di scambio a Torre del Greco, il sindaco: “Sono sereno e fiducioso”

Giovanni Palomba

Torre del Greco, stamattina, si è svegliata con la notizia della vicenda giudiziaria che vede coinvolte 14 persone, tra cui due consiglieri comunali, che sarebbero immischiati nell’indagine, condotta dai Carabinieri, sul presunto voto di scambio nel corso delle ultime amministrative di giugno 2018.

Il sindaco di Torre del Greco, Giovanni Palomba, assicura tranquillità: “Sono sereno e fiducioso. Seggo al tavolo della trasparenza, lasciatomi in dono dall’ex prefetto Giacomo Barbato, e continuo a lavorare sui problemi della città. Questa Amministrazione va avanti – prosegue – Non ho mai esitato a riferire con puntualità, agli opportuni organi sovracomunali ed inter-istituzionali, Procura e Prefettura, quanto accade nelle stanze di Palazzo Baronale.
Sono umanamente rammaricato per la vicenda che in queste ore si é verificata”.

“Resto, tuttavia – conclude – in attesa degli sviluppi, fiducioso sino al termine del lavoro dei magistrati. Anzi, mi ritengo a completa disposizione e pronto ad invocare tutte le più opportune ed idonee misure atte a garantire la piena trasparenza anche su questa vicenda con cui, oggi, i Torresi sono stati costretti a svegliarsi”.

Potrebbe anche interessarti