Napoli. Carabiniere spara nella notte, muore ragazzo di 17 anni

Fuorigrotta

Tragedia nella notte al Rione Traiano, dove tre ragazzi si sono dati alla fuga dopo essere stati fermati da una pattuglia di Carabinieri. La folle corsa, conclusasi in via Cinthia a Fuorigrotta, è costata la vita a Davide Bifolco, 17 anni, ucciso da un proiettile vagante esploso, versione ancora tutta da confermare, accidentalmente.

Secondo le prime ricostruzioni sembra che i carabinieri del Nucleo Radiomobile di Napoli siano stati attirati dalla presenza di 3 persone sospette in sella ad uno scooter. Una volta intimato l’ALT i tre però non si sarebbero fermati lanciandosi a tutta velocità sulla strada.

Sembra poi che ad un certo punto il conducente del motorino abbia perso il controllo, schiantandosi a terra. Uno dei tre giovani è ugualmente riuscito a fuggire, gli altri due sono invece stati immobilizzati e proprio in questo momento sarebbe avvenuto l’irreparabile.

Secondo la versione fornita dal Comando, ancora da accertare, mentre il carabiniere metteva in sicurezza i due, un proiettile è esploso accidentalmente raggiungendo Davide Bifolco. Il ragazzo è stato soccorso e portato all’ospedale San Paolo, ma è deceduto poco dopo il ricovero.

Dopo la morte del giovane, sembra essersi scatenata una vera e propria guerriglia urbana. Distrutte alcune auto della Polizia, ma per ora non si contano feriti. Ressa di familiari e conoscenti In ospedale dove si trova la salma del ragazzo, intanto cresce la tensione. Si temono possibili rappresaglie.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più