Da dove deriva l’espressione napoletana “AZZ!”?

stupore

Quante volte ci troviamo a pronunciare frasi ed espressioni di cui ignoriamo completamente il significato? Il nostro linguaggio vive di parole la cui etimologia spesso si perde in secoli e secoli di stratificazione linguistica che finisce con l’ assegnare al vocabolo un significato nuovo, potremmo dire, “moderno”.

Quanti di noi possono affermare di conoscere con precisione l’etimologia dell’espressione ‘Azz? La maggior parte delle persone è convinta che il suo significato sia da rapportare all’abbreviazione della parolaccia “Caxxo”. Ma se in realtà non fosse così?

A dare qualche delucidazione in più su tale argomento, un post pubblicato dalla pagina Fb “Briganti” che, interrogandosi proprio sul corretto e reale significato dell’espressione più usata dai napoletani di tutti i tempi, ha pubblicato la spiegazione fornita da Giuseppe Indipendentista Domizio.

Secondo quanto riportato dal post, pare che l’espressione napoletana ‘AZZ non abbia nulla a che vedere con il significato attribuitogli, probabilmente per assonanza, dal napoletano moderno. Sembra infatti che in realtà la parola abbia origini tedesche. Originariamente (e talvolta ancora oggi) la parola “AZZ” veniva accompagnata da un pausa, a cui seguiva una “O” finale: “AZZ(pausa)O”.

Una simile espressione viene utilizzata dai tedeschi per esprimere stupore e sorpresa: “Ach, so!”. Sembra proprio che nella lingua tedesca la parola “Ach, so!” venga utilizzata in contesti simili a quelli utilizzati nel napoletano: per esprimere meraviglia (“Ah, ecco, dicevo!”) e sbigottimento (“ora capisco!”).

Non sarebbe una teoria poi così lontana dalla realtà visto che il popolo napoletano ha convissuto con quello tedesco durante la seconda guerra mondiale. Sembra infatti che fu proprio quell’amaro contatto sociale a far si che numerose espressioni venissero in un certo senso, interiorizzate, dalla lingua napoletana.

A confermare una simile ipotesi il Goethe Institut, potremmo dire quindi.. che il caso è chiuso!

[youtube]https://www.youtube.com/watch?v=cvwRHQFn2LU[/youtube]

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più