Gigi D’Alessio si esprime sulla morte di Ciro Esposito

Gigi-DAlessioPoche ore fa a Roma, è stato presentato il libro “Ciro Vive” in memoria di Ciro Esposito, il ragazzo partenopeo accoltellato nel piazzale antistante lo stadio Olimpico, durante la finale di Coppa Italia, lo scorso 3 maggio.

Gigi D’Alessio, intervenuto durante la presentazione tenutasi da Antonella Leardi,  madre del ragazzo, ha dichiarato “Vorrei che la morte di Ciro Esposito fosse solo un pesce d’aprile, purtroppo non è così…”, aggiungendo «Devo dire che Antonella ha fatto fare una grande figura a tutti noi napoletani . Per molti siamo tutti delinquenti, invece non è così. È una mamma che vive in un quartiere dove c’è sofferenza e solo chi soffre sa cosa è il bene. Il modo in cui si è comportata non si può descrivere».

D’Alessio, ha dichiarato di essere particolarmente legato a questa tragedia e di aver seguito il tutto fin dai primi momenti “Perché se il Napoli avesse vinto avrei dovuto cantare allo stadio quella sera. Ero all’Olimpico ed arrivavano le notizie. Non solo non me la sono sentita ma non ho neanche visto la gara e me ne sono tornato a casa». Secondo il cantante partenopeo «Ciro ha dato la sua vita per fare in modo che la tifoseria possa cambiare, per fare in modo che quello che arriverà domani sia diverso». «Il calcio – conclude – ci deve dividere solo per 90 minuti, ma resta uno spettacolo e bisogna portare i figli allo stadio come i nostri genitori hanno fatto con noi».

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più