Napoli, allarme epatite in una scuola: “Occorrono controlli e interventi più accurati”

scuola (1)

Dopo lallarme tubercolosi in una scuola di Portici e un caso di epatite presso la scuola Stefano Barbato di Barra, anche all’istituto Dante Alighieri di Napoli si sono registrati due casi di epatite A. La scoperta, secondo quanto dichiarato da uno dei genitori dei bambini della scuola, è avvenuta per puro caso:“Quello che ci preoccupa di più è che di questa vicenda siamo rimasti all’oscuro e l’abbiamo appreso per caso. Per questo c’è stata una vibrata e dura protesta dei genitori verso la direttrice del plesso. Noi abbiamo il diritto di sapere la verità”.

Dopo aver lanciato l’allarme tutti sono stati costretti ad evacuare dal plesso scolastico nel quale saranno effettuati i dovuti interventi di disinfestazione. Come dichiarato da Francesco Emilio Borrelli dei Verdi e Gianni Simioli della radiazza, mancati controlli ed interventi poco efficienti sono la causa principale di questi spiacevoli episodi di epatite e non solo:“[..]L’aumentare di casi negli ultimi tempi sopratutto nelle scuole primarie è preoccupante e dovrebbe spingere le istituzioni a controlli e interventi molto più accurati. Il virus dell’epatite A è bene ricordarlo si trasmette per via oro – fecale, quindi con cibi o bevande contaminati”.

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più