La Storia ritorna: un comune del Sud dedica una strada a Ferdinando II di Borbone

Montalto Uffugo Ferdinando II di Borbone

Ogni tanto, a tutti gli abitanti del Sud, piacerebbe riscrivere i libri di storia, e non per cambiare la realtà quanto i contenuti non del tutto veritieri. La storia non è necessariamente quella che la maggioranza sostiene, quanto quella realmente accaduta, purtroppo però troppo spesso è più facile integrarsi con un pensiero di massa che rimboccarsi le maniche e cercare la verità. Questo è quello che si può dire del Sud Italia e della sua storia, quel Sud declassato, martoriato e preso di mira da popoli che pensano di essere superiori, prima di tutto storicamente.

Ultimamente per fortuna, sembra che qualcuno stia iniziando ad aprire gli occhi, e così dopo la storia della lettera di scuse da parte di una signora di Bergamo nei confronti dei meridionali, un’altra notizia lascia sperare: a Montalto Uffugo, un piccolo comune in Calabria, in provincia di Cosenza, dedica una strada a Re Ferdinando II di Borbone, una delle figure più illustri del Sud e del Regno delle Due Sicilie.

Da tempo, ormai, diversi comuni meridionali avevano deciso di “sfrattare” da alcune strade i nomi di persone che col Meridione avevano ben poco in comune, per dedicare piazze e strade ai protagonisti del “Grande Sud”, ed ora anche Montalto Uffugo si aggiunge alla lista, come racconta montaltouffugonline.it. “È un momento importante perché l’Amministrazione di Montalto Uffugo, nelle persone del Sindaco Ugo Gravina e dell’Assessore alla Cultura Eugenio Ingribelli, ha dimostrato lungimiranza e sensibilità verso chi ha dato lustro alla nostra terra, durante il Regno di Ferdinando II, la Calabria era una terra ricca e prospera e questa prosperità ha avuto termine con l’arrivo di Garibaldi e dei Piemontesi che hanno smantellato le industrie siderurgiche di Mongiana e Ferdinandea e hanno dato inizio all’occupazione militare ed allo sterminio indiscriminato di quanti si opponevano ai soprusi sabaudi, favorendo il lento e incessante declino del Meridione d’Italia”. La Dottoressa Maria Esposito, sostenitrice principale dell’iniziativa, investita da più di un anno dell’incarico di Delegata dell’Associazione Nazionale Neoborbonica per Montalto Uffugo, ha così spiegato l’iniziativa del Comune in provincia di Cosenza, che a breve ospiterà l’inaugurazione della nuova strada, situata nella Frazione di Taverna in Contrada Marinella.

All’inaugurazione sarà invitato anche Carlo di Borbone delle Due Sicilie, e tutti sperano nella sua presenza, fosse anche solo per potergli mostrare il grande salone allestito con armi appartenuti all’esercito borbonico ed ordinanze dei Sovrani borbonici, conservati da sempre nel museo di Cosenza.

Il Sud a distanza di anni, continua a combattere pacificamente per dar lustro alla storia e ai personaggi che si sono battuti per le terre del Meridione, e la scelta di intitolare una strada di Montalto Uffugo al Re Ferdinando II di Borbone, ne è una prova evidente.

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più