Salvatore Cantone minacciato dalla parente del boss: “Farai una brutta fine”

“Spero che farai una brutta morte. Meglio il suono delle sbarre di un carcere che il suono delle campane. Tu non sei nessuno e non fai paura”.

È questo il messaggio che Salvatore Cantone, presidente dell’associazione antiracket di Pomigliano, ha prontamente denunciato dopo averlo letto sulla sua pagina Facebook. A minacciare il presidente è una parente di Pietro D’Agostino, l’uomo che per troppo tempo ha sparso il terrore tra i commercianti i quali grazie all’aiuto di Cantone sono riusciti a denunciarlo. Infatti D’Agostino è stato processato e condannato a 6 anni di reclusione per estorsione aggravata dal metodo mafioso.

Salvatore D’Agostino è un imprenditore che ha subìto in passato i soprusi e le angherie camorristiche, alle quali decise con coraggio di ribellarsi e di denunciare. E da quel giorno, in cui vinse la sua battaglia contro la criminalità organizzata decise di fondare l’associazione antiracket Pomigliano per la Legalità, dedicata a Domenico Noviello, il commerciante di Castel Volturno ucciso nel 2008 per aver denunciato le estorsioni subite.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più