Video. Padre istiga figlio contro la polizia: “È il camion della spazzatura”

Sui social è comparso recentemente un video, pubblicato dallo stesso autore, in cui si vede un uomo incitare il proprio figlio o la propria figlia all’odio verso le forze dell’ordine. L’inquadratura mostra infatti il camion della polizia, mentre la voce del padre dire: “Questo è il camion de…“, -“Il camion della spazzatura” continua la voce del bambino (o della bambina).

La scena è ripresa all’esterno dello Stadio San Paolo, durante la partita di campionato tra Napoli e Lecce. Tutto l’insieme fa pensare che il bambino in questione fosse stato istruito su cosa dire a proposito del camion della polizia. Questo ha portato il Consigliere Regionale del sole che ride, Francesco Emilio Borrelli, e lo speaker radiofonico Gianni Simioli a denunciare il fatto.

L’idiozia e l’irresponsabilità sembrano che siano diventate quasi contagiose, virali. Il problema vero è che chi commette certe azioni deprecabili invece di nascondersi se ne vanta, come se avesse compiuto un gesto eroico, diffondendo le immagini della becera impresa sui social.

Un padre, che dovrebbe insegnare certi valori, come la giustizia, la legalità, l’onestà, ed insegna, invece, l’odio nei confronti delle autorità e delle forze dell’ordine, come accaduto nel video in questione, può mai essere un buon padre? No, non può esserlo assolutamente. Con questo tipo di esempi, suo figlio, o i suoi figli, che strada potranno mai intraprendere una volta raggiunta l’età della ragione?

Di certo non vengono indirizzati verso la strada giusta. Abbiamo segnalato il video alle autorità giudiziarie sperando che tramite esso le Forze dell’ordine possano identificare il genitore irresponsabile e procedere alla denuncia.“.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più