FOTO E VIDEO/ Giugliano, migliaia in piazza contro i miasmi: “Chi ha inquinato deve pagare”

corteo giugliano

Il problema dei miasmi notturni si fa sempre più opprimente, sempre più irrisolvibile, e a pagarne le spese sono sempre i cittadini. Per questo motivo ieri, domenica 26 settembre, da Giugliano e dalla città vicine è partito un corteo che ha visto la partecipazione di migliaia di persone, per rivendicare il diritto alla salute e chiedere riscatto.

La manifestazione, promossa dal Comitato Kosmos, ha visto la partecipazione anche del sindaco di Giugliano, Nicola Pirozzi. Lo slogan scritto su uno degli striscioni è eloquente: “Se non volete farci del bene almeno non fateci del male”. Il grido di un popolo esasperato, costretto a lottare per la salute con le unghie e con i denti, quando dovrebbe essere il primo diritto garantito.

Il corteo ha visto confluire tante persone di città diverse in un unico blocco compatto: tanti i cittadini di Giugliano, Qualiano, Quarto, Marano, Villaricca, Parete che hanno alzato la propria voce e chiesto che, una volta per tutte, vengano individuati i responsabili del disastro ambientale delle ultime settimane.

Anche don Maurizio Patriciello, sacerdote da sempre in prima linea contro i reati ambientali, si è unito al loro grido tramite un post sulla sua pagina Facebook: “I sindaci di Giugliano, Frattamaggiore, Frattaminore, Casalnuovo, Cardito, Caivano, Crispano, Qualiano, Quarto, Calvizzano sono pronti a riconsegnare le fasce tricolore. Il dramma dei fetori velenosi inalati dalla loro gente, infatti, non trova soluzioni. Quel giorno potranno contare sulla nostra presenza. Padre Maurizio Patriciello”.

Potrebbe anche interessarti