Pozzuoli, donna investita non ha con sé documenti: Polizia fa un appello sui social e viene identificata

pozzuoli donna investitaI social, se sfruttati bene, possono essere un prezioso alleato. Lo sa bene la Polizia Municipale di Pozzuoli che ha deciso di affidarsi alla pagina Facebook del Comune per lanciare un appello. Una donna infatti era stata investita ma non aveva con sé nessun documento. Così le forze dell’ordine hanno deciso di affidarsi alla potenza del tam tam social.

POZZUOLI, DONNA INVESTITA IDENTIFICATA GRAZIE A UN APPELLO SUI SOCIAL

Un annuncio in cui veniva descritta minuziosamente la donna e veniva chiesto a chiunque la conoscesse di dare informazioni:

La Polizia Municipale sta cercando di risalire alle generalità di una donna di 50 circa, investita questa mattina alle 12:30 in via Cicerone al Rione Toiano, all’altezza del Centro Serapide. La donna, capelli biondi, statura media, non aveva nessun tipo di documenti ed è ricoverata presso l’Ospedale Santa Maria delle Grazie di Pozzuoli. Con sé aveva un mazzo di chiavi e degli orecchini, come da foto allegate. Chiunque potesse fornire notizie per risalire alle generalità della donna è pregato di mettersi in contatto con la sala operativa della polizia municipale al numero 0818551891“.

Un appello per ritrovare la donna investita a Pozzuoli divenuto ben presto virale con quasi mille condivisioni. Tra i commenti scrive Rosy: “È una signora del Fusaro… la mamma di un mio amico ,era lì per fare riabilitazione …ora è in ospedale in coma… preghiamo per lei“. La donna infatti, grazie anche a questo appello, è stata identificata come reso noto dalla stessa Polizia Municipale che ha aggiornato il post.

La donna è stata identificata. Grazie a chi ha fornito indicazioni“.

Potrebbe anche interessarti