Lettera da Pavia: “Napoli ti entra nel cuore, ti dà il cuore…”

Lettera Pavia Napoli Alessandra

Alessandra è una ragazza nata di Pavia che adesso, però, lavora a Reggio Emilia. Dopo la sua terza visita nella città di Napoli ha voluto scrivere una lettera per raccontare il suo amore per città, inviandola alla redazione di VesuvioLive.it per poterla condividere con quante più persone possibile. Come spesso accade, nel suo caso l’avvicinamento alla città di Partenope fu caratterizzato da pregiudizi, scioltisi poi al Sole una volta messo piede in questa Terra. Ecco il suo racconto:

Nutrivo fortissimi pregiudizi su questa città, un po’ per le voci e gli sfottò che girano al nord, un po’ per quanto i media vogliono ingiustamente infangare questa città, città che nonostante i pregiudizi ha sempre guardato oltre, viaggiando a testa alta.
Il destino ha voluto che mi avvicinassi a Napoli quasi per caso; in punta di piedi sono arrivata per la prima volta, ne rimasi colpita, estasiata, la mia barriera nei confronti di questa città era stata abbattuta… quella visita non mi bastò ritornai altre due volte, era come se dopo un arco di tempo sentissi l’esigenza di tornare.

Napoli è una calamita, ti attira a sé, e solo se uno ha lo spirito predisposto a farsi prendere che allora ti penetra dentro e non se ne va più…
Ho visitato diverse città ma solo a Napoli passeggi con un sorriso stampato sul volto, ti senti avvolto da un abbraccio costante; non è facile spiegarlo a parole, ma è un benessere che percepisci nell’aria, saranno le bellezze nascoste in ogni singolo angolo della città, a cui è impossibile rimanere indifferenti, sarà la gente che ti saluta e ti sorride per strada, sarà quel suono rumoroso della città, solo a Napoli ti senti veramente a tuo agio.

Sono una ragazza nata e cresciuta al nord alla ricerca della vera e autentica felicità nella vita, se è vero che il presupposto è circondarsi di persone vere e di cuore e un ambiente che ti fa sentire a casa allora io ho già avuto la fortuna di trovare tutto questo. Ecco perché la presa in considerazione di un trasferimento a Napoli non fa per niente paura, anzi sarebbe il punto di partenza di una nuova vita.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più