Video incredibile: un TG nazionale dedica un servizio a Napoli elogiandola

sky tg 24 napoli

Napoli – È un servizio che, a giudicare dai commenti che girano sui social, ha stupito e non poco i napoletani, abituati a vedere la propria città nei telegiornali nazionali soltanto se bisogna parlarne male o per riportare notizie di cronaca nera; servizi, diciamolo, dai contenuti alquanto obsoleti legati a un’immagine della città distorta o anacronistica. Qualcuno di voi, dopo aver letto il titolo, avrà esclamato “Ah ma non è Lercio!”, e infatti non lo è.

Ieri su Sky TG 24 è andato in onda un servizio di Paolo Chiariello (il quale si è sempre distinto per essere una delle voci a difesa di Napoli, in modo critico e senza nascondere difficoltà oggettive) che racconta l’invasione di turisti a Napoli nel ponte dell’Immacolata, felici ed entusiasti dell’esperienza partenopea, al punto da riferire che “non si deve cambiare niente di Napoli”, che la città “è sicura” e che si vuole ritornare. Noi lo sapevamo già, sapevamo per esempio che Napoli è al 36esimo posto in Italia per numero di reati e che nelle primissime posizioni ci sono località del Centro-Nord comunemente ritenute più sicure, ma sappiamo anche che la sciocca e in malafede tradizione italiana vuole che Partenope sia la culla del male, o che a Napoli non ci sia niente da vedere, mentre ha il centro storico più esteso d’Europa, museo a cielo aperto dove si trova via Duomo, la strada con la più alta concentrazione di musei al mondo. Ma sono solo due piccoli, minimi primati di una città dalla tre volte millenaria cultura, nata prima di Roma.

Potrebbe anche interessarti