StartUp Europe Week: presentati a Napoli i progetti innovativi per favorire le imprese

napoli startup europe weekNapoli è una delle città più vive e progredite in Italia per numero di StartUp, collocandosi al quarto posto in Italia, il primo per quanto riguarda il Mezzogiorno, secondo i dati raccolti nel Registro Startup Innovative InfoCamere / MinSviluppo inerente al 2015, e pubblicati dal sito SlideShare. Sono ben 163 le StartUp avviate nel corso del 2015, a dimostrazione che, nonostante le notorie condizioni economiche difficili e una certa indifferenza istituzionale, i napoletani riescono a essere creativi e a guadagnarsi un posto di rilievo nel mercato.

Ieri pomeriggio si è tenuto l’incontro per la Napoli StartUp Week Europe, presso lo Slash in via Bellini 45, appuntamento sviluppato dalla community di NAStartUp e Campania Startup in collaborazione con il Gruppo Giovani Unione degli Industriali di Napoli e Imprenditori di Confcommercio. L’iniziativa è promossa dalla Commissione Europea e da Startup Europe con l’obiettivo di mostrare le iniziative presenti a livello locale a supporto dell’imprenditoria.

L’apertura della tappa napoletana della Startup Europe Week è stata inaugurata dall’intervento di Valeria Fascione, Assessore all’ Internazionalizzazione, Start up e Innovazione della Regione Campania, e Alessandra Clemente, Assessore del Comune di Napoli alle Politiche Giovanili, Innovazione e Creatività.

All’appuntamento erano presenti diverse figure dell’ecosistema napoletano che hanno avuto la possibilità di raccontare i progetti in corso e le nuove iniziative per supportare le imprese e favorire la nascita di startup innovative. Un importante momento di confronto, quindi, tra gli operatori e le istituzioni che lavorano per rafforzare la competitività del territorio. Importante è stata la testimonianza di Susanna Moccia, Presidente Gruppo Giovani Unione degli Industriali di Napoli, che ha dichiarato: “Il nostro territorio si caratterizza per il dinamismo e la creatività di numerosi giovani pronti a scommettere sulle proprie idee e sui propri progetti. I numeri relativi alle startup sono molto incoraggianti, nella provincia di Napoli quelle innovative sono 164 e si tratta di un dato in continua crescita. Questa particolare tipologia di impresa nasce con l’obiettivo di creare nuovi mercati, nuovi prodotti. Si tratta di una scommessa da vincere, con risvolti positivi per tutti, anche per l’economia del nostro territorio. È quindi fondamentale sostenere queste realtà ed è quello che l’Unione Industriali di Napoli prova a fare da tempo con numerosi progetti, uno tra tutti Start’N’Up programma di sostegno alle startup innovative, che mette in rete giovani aspiranti imprenditori e nuove imprese con qualificati partner industriali del Sistema Confindustria”.

Presenti anche gli Imprenditori di Confcommercio il cui rappresentate Peppe D’Anna ha spiegato che “è importante che l’ecosistema dell’innovazione, ben integrato grazie alle iniziative di NAStartUp, dia la possibilità all’offerta di innovazione già così ricca e strutturata di incontrare la domanda del commercio, culturalmente ancora lontana dalle tante possibilità di business offerte dal digitale” .

Quest’appuntamento di Startup Europe Week Naples ha dato spazio anche per i percorsi delle università campane che diffondono la cultura dell’ imprenditorialità: per l’Università Federico II il ContaminationLab con il prof. Lello Savonardo e TechUnina con il prof. Giorgio Ventre; invece per la Seconda Università di Napoli Start up lab con il docente Diego MatricanNapoli no e Interior Startup con il prof. Marco Borrelli. È stato poi lanciato dalla prof.ssa Daniela Vellutino dell’Università degli Studi di Salerno l’Open Data Day, che si terrà il prossimo 26 febbraio presso l’ateneo di Salerno.

La seconda parte dell’appuntamento ha visto protagonista il mondo delle startup del nostro territorio. Quattro le startup della community di NAStartup – Tapebox, SmartDocu, Arsdigitalia e HealthAdvisor – che hanno raccontato le novità dei loro progetti e hanno spiegato come anche insuccessi iniziali possono orientare verso nuove direzioni vincenti il proprio business.

A chiudere l’iniziativa c’è stata poi uno speciale startup contest in cui alcuni startuppers hanno avuto la possibilità di presentare la propria idea d’impresa al pubblico presente.

“La commissione europea ha lanciato l’iniziativa di Startup Europe Week per capire dal basso chi sono gli attori che stanno facendo attività per le startup sui territori. Molti territori non hanno attività costanti come NA StartUp che facilitano l’incontro periodico tra le persone sul tema e sul fare rete. Da qui è partita la nostra idea di sviluppare uno Special STARTUP RELOADED, diverso dagli altri nostri appuntamenti. Un appuntamento informale per dare voce a tutta la rete insieme a altri partner”, ha affermato Antonio Prigiobbo, co-founder di NAStartUp, che ha coordinato l’evento anche con il supporto di Gianluca Manca e Giovanna D’Urso di NAStartUp, di Gianmaria Zoino di Campania StartUp.

Potrebbe anche interessarti