Il torrese Carlo Poggioli candidato al David di Donatello per il film con Sorrentino

carlo poggioli e paolo sorrentino
Carlo Poggioli insieme a Paolo Sorrentino

Questa sera appuntamento con la 60° edizione della premiazione dei David di Donatello, il premio italiano del cinema. Tra i candidati a ricevere il premio spicca il nome del napoletano Carlo Poggioli, costumista di fama internazionale, candidato come migliore costumista per aver realizzato i costumi del film “YOUTH – La giovinezza”, film del 2015 scritto e diretto dal premio Oscar Paolo Sorrentino. Tra gli interpreti principali del film figurano Michael Caine, Rachel Weisz, Harvey Keitel, Paul Dano, Jane Fonda e Madalina Ghenea modella e attrice che ha affiancato Carlo Conti alla conduzione del Festival di Sanremo 2016.

Nato a Torre del Greco, Carlo Poggioli ha vissuto fino all’età di 24 anni a Torre Annunziata. Ha studiato e si è diplomato all’Istituto d’Arte e all’Accademia Di Belle Arti di Napoli nel corso di Scenografia e Costumi. Dopo aver completato gli studi a Napoli, si è trasferito a Roma ed ha iniziato la sua formazione professionale presso la sartoria Tirelli, cominciando a lavorare come assistente per alcuni dei più importanti costumisti italiani come Gabriella PescucciPiero TosiMaurizio Millenotti in film come “Il nome della rosa” (J.J. Annaud)“Le avventure del Barone di Munchausen” (T. Gilliam)“La voce della luna” (F. Fellini)“L’età dell’innocenza” (M. Scorsese – Oscar 1993 per i migliori costumi)“Storia di una capinera” (F. Zeffirelli) e molti altri.

David di Donatello

Ha collaborato con Ann Roth per “Il Paziente Inglese”(Oscar 1996 per i migliori costumi) ed “Il Talento Di M. Ripley” diretti da Antony Minghella. Per l’opera liricaCarlo Poggioli ha lavorato come assistente costumista con Liliana Cavani (La Traviata, Teatro alla Scala di Milano), Mauro Bolognini (Norma,Teatro Bellini di Catania) e Franco Zeffirelli (Aida e BohemeTeatro dell’Opera di Roma e Tel Aviv Opera House). Ha disegnato i costumi per diverse opere con la regia di Ruggero Cappuccio e la direzione musicale di Riccardo Muti per “Falstaff” (Teatro alla Scala Di Milano), “Nina, o sia la pazza per amore” (Teatro Alla Scala e Piccolo di Milano) e recentemente “Il ritorno di Don Calandrino”(Opera di Salisburgo). Fra le ultime opere: “Gustavo III” (Teatro San Carlo di Napoli), “Elisir d’amore“, “Barbiere di Siviglia” e “Don Pasquale” (Teatro dell’Opera di Roma). Con il regista Ruggero Cappuccio ha firmato i costumi per diversi spettacoli di prosa come: “Desideri Mortali”, “Shakespeare Re Di Napoli“, “Il sorriso di San Giovanni“, “Tieste” e “Bacchidi“. Con il regista Marco Gandini ha lavorato in opere come “La Gazzetta” (Garsington Opera House), “L’amico Fritz“, “Gianni Schicchi” (Arena Di Verona) e “La Lupa” (Teatro Massimo Di Palermo). Con il regista Luca Ronconi per: “Strano Interludio” e “La pazza di Chaillot” (Teatro Stabile di Torino).

Per la televisione ha firmato i costumi di “Giasone e gli Argonauti” (regia di N. Willing), “Le Nebbie Di Avalon” (regia di Uli Edel), per quest’ultimo ha ricevuto la nomination Emmy Award per i migliori costumi. Per il cinema ha disegnato i costumi per: “Marquise” (regia di V. Belmont), “Ritorno a Cold Mountain” co-designed con A. Roth (regia di A. Minghella – nomination Bafta award), “Doom” (regia di A. Bartkowiak) , “Van Helsing“, co-designed con G. Pescucci (regia di S. Sommers – nomination Saturn award),I Fratelli Grimm“, co-designed con G. Pescucci (regia di T. Gilliam), “L’educazione delle fanciulle” (regia di J. Irvin), “L’Inchiesta” (regia di G. Base), “Seta” (regia di F. Girard – premiato per i migliori costumi con il Jutra Awarded il Prix Genie Award – Oscar dell’Academy Award Canadese), “Miracolo a Sant’ Anna” (regia di Spike Lee), “Lezione 21(regia di A. Baricco – nomination Nastro d’Argento), “L’ultimo dei templari” con Nicolas Cage e Ron Perlman (regia di D. Sena), “Il rito” con Anthony Hopkins (regia M. Hafstrom), “Il corvo” con John Cusak (regia J. Mc Teigue). Tra i suoi film più recenti: “La leggenda del cacciatore di vampiri“, co-designed con Varya Avdyushko (regia T. Bekmambetov) con Benjamin Walker e Dominic Cooper, “Romeo e Giulietta“, (regia C. Carlei) con Hailee SteinfeldDouglas Booth e Paul Giamatti, “Teorema Zero” (regia T. Gilliam), con Christoph Waltz, Matt Damon e Tilda Swinton, “Divergent” (regia N. Burger) con Shailene Woodley e Kate Winslet, la serie televisa “TUT” (2015) con la regia di David Von Ancken con Avan JogiaBen Kingsley e Sibylla Deen e sempre nel 2015 “Youth” diretto dal regista e vincitore del premio Oscar Paolo Sorrentino.

Lo stesso Sorrentino è napoletano, il suo film concorre oltre che per il premio di miglior costumista anche per quello per di miglior film, migliore regista, migliore sceneggiatura, migliore produttore, migliore autore della fotografia, migliore musicista, migliore canzone originale, migliore scenografo, migliore truccatore, migliore acconciatore, migliore montatore, miglior fonico di presa diretta, migliori effetti digitali.

Potrebbe anche interessarti