Eurostat. In Italia è record di 80enni, ma la Campania è la regione più giovane: la classifica

anziani spacciatori

L’Eurostat, l’ente di statistica dell’Unione Europea, ha redatto la classifica dei paesi più “vecchi”. E’ stata analizzata, in particolare, la percentuale di ultra-ottantenni presenti in ogni Stato rapportati alla popolazione complessiva. La media di 8oenni in tutta Europa è del 5,3% della popolazione, una media condivisa, bene o male, da tutti gli stati dell’Unione. Tuttavia, alcuni fanno eccezione: se, ad esempio, l’Irlanda è il paese più giovane, con il 3,1% di vecchi; l’Italia è il più anziano con più del doppio, 6,5%. In pratica, secondo questi dati, in Italia su ogni 15 abitanti, uno sarebbe ultra-ottantentenne.

Per quanto riguarda il 2016, l’anno di riferimento dello studio Eurostat è il 2015, la media italiana è persino aumentata a 6,67%. Però, come ben sappiamo, ci sono sostanziali differenze fra ogni regione della nostra penisola, soprattutto considerando il divario ancora evidente fra Nord e Sud. Se, quindi, la Liguria è al primo posto della classifica di “vecchiaia” nazionale con un considerevole 9,37%, quasi un 80enn su dieci; la Campania è all’ultimo posto con l’esatta metà, 4,89% di vecchi.

LEGGI ANCHE
Campania, prolungata fino al 14 aprile la zona rossa in 6 comuni: test per individuare asintomatici

La regione più giovane d’Italia, quindi, ma c’è poco da festeggiare: questo risultato non deriva solo da un grande tasso di natalità, che, anzi, negli ultimi tempi sta scomparendo; ma principalmente ad un enorme tasso di mortalità che colpisce prevalentemente gli anziani.

Questi di seguito sono i dati relativi ad ogni regione italiana:

Liguria         9,37%
Umbria        8,20%
Molise          8,09%
Marche        8,05%
Toscana       7,93%
Emilia R.     7,69%
Piemonte     7,67%
Friuli VG      7,65%
Abruzzo        7,48%
Basilicata      7,28%
V. d’Aosta     6,86%
Veneto           6,55%
Lombardia    6,45%
Calabria         6,38%
Sardegna       6,27%
Lazio              6,19%
Trentino        6,08%
Puglia             6,03%
Sicilia             5,95%
Campania     4,89%

LEGGI ANCHE
De Luca gioca la carta "Campania sicura": turismo e spettacoli per la rinascita

Per maggiori informazioni è possibile consultare l’intero studio Eurostat su questo link.

Potrebbe anche interessarti