Allarme tumori: anche una sola sigaretta al giorno può uccidere

sigaretta

Il fumo fa male. Ormai è una realtà assodata e riconosciuta ovunque. I sempre più frequenti casi di cancro ai polmoni dipendono molto spesso dall’uso di sigarette. La situazione è così catastrofica che, soltanto in Italia, ogni giorno vengono diagnosticati circa 110 tumori alle vie respiratorie, spesso delle vere e proprie condanne a morte per i pazienti. Per non parlare dei problemi cardiaci e vascolari dipendenti sempre dall’abuso di sigarette.

Generalmente tendiamo ad associare questi rischi soltanto ai fumatori più accaniti: chi, ad esempio, fuma il “pacchetto al giorno” o, addirittura, due o tre pacchetti, chi “accende e spegne” le sigarette senza mai fermarsi. I moderati, quelli che affermano fieri di riuscire a fumare una, massimo quattro, sigarette nel corso di una giornata credono di correre meno rischi. Eppure un nuovo studio sembra sconfessare questa credenza.

Una ricerca del National Cancer Institute, parte del National Institutes of Health americano, pubblicata sulla rivista medica Jama Internal Medicine, afferma che anche una sola sigaretta al giorno è letale quasi quanto un intero pacchetto. Lo studio è stato eseguito prendendo in analisi 290 mila pazienti di diverse fasce d’età, analizzandone le caratteristiche fisiche, le cartelle cliniche e, soprattutto, le abitudini per quanto riguarda il fumo.

Da questo studio è emerso che anche chi ha ammesso di riuscire a fumare una sola sigaretta al giorno rischia di andare incontro ad una morte prematura al 64% in più rispetto ad un non fumatore. Ancor più grave chi ha fumato massimo 10 sigarette al giorno, con un 87% di rischio in più. Insomma, quello che lo studio dimostra è che anche limitarsi ad una sola sigaretta potrebbe compromettere i polmoni per sempre e condannarci a morte.

Se conoscete l’inglese potete leggere qui lo studio completo: Association of Long-term, Low-Intensity Smoking With All-Cause and Cause-Specific Mortality in the National Institutes of Health–AARP Diet and Health Study

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più