“Siamo tutti Koulibaly”: Sorbillo con il volto dipinto di nero contro il razzismo

I fatti vergognosi accaduti durante e dopo la partita Inter-Napoli stanno facendo parlare tutta l’Italia, che si interroga sul fenomeno del razzismo negli stadi. L’espulsione di Kalidou Koulibaly, nervoso perché destinatario di ululati razzisti ed espulso dall’arbitro Mazzoleni per un applauso ironico rivolto a quest’ultimo, ha determinato la sconfitta del Napoli.

I tifosi partenopei si sono schierati subito dalla parte del gigante senegalese, che ha ricevuto un messaggio di vicinanza anche da Beppe Sala, sindaco di Milano, che si è scusato a nome di tutta la città.

Tra i vari gesti si segnala anche quello di Gino Sorbillo, che per tutta la giornata di oggi lavorerà con il volto dipinto di nero per sensibilizzare i cittadini sulla questione razzismo:

Oggi lavorerò così con la pelle scura per #PROTESTA contro qualsiasi forma di #RAZZISMO ! Avete rotto #Razzisti, siamo tutti @kkoulibaly26 #Koulibaly INSULTATECI TUTTI FORZA ‼️Vergogna. Firmato #GINOSORBILLO #NoRazzismo #Abbassoilrazzismo #CalcioNapoli #Inter #Tifosi #Tifoseria #Milan #Juventus #Roma #football #CalcioNapoli #Mazzoleni

La foto, postata dal pizzaiolo napoletano, ha subito raccolto migliaia di like e ha cominciato a fare il giro del web a suon di condivisioni. Un messaggio arrivato, dunque, forte e chiaro alle persone comuni, tifosi e non. Speriamo che giunga a chi ha il compito di punire tali episodi e, soprattutto, il dovere di educare i cittadini al rispetto di tutti gli esseri umani.