L’appello social del giovane Enrico: “Cerco un donatore per sconfiggere la leucemia”

E’ diventato ormai virale il caso di Enrico De Caprio, un ragazzo di origini partenopee in cerca di un donatore. Un caso che ricorda molto la vicenda del piccolo Alex.

Enrico è originario di Napoli, ma vive con la famiglia in Germania dal 2011. Si sperava che a Berlino il padre riuscisse a trovare condizioni lavorative migliori. E così è stato, dato che la famiglia si è integrata benissimo nella nuova città. Il giovane però ha sempre conservato il sogno di tornare ad investire nella sua terra natia. Così circa un anno fa, Enrico decide di partire per Napoli, con i soldi guadagnati in Germania e tanta ambizione.

Il ragazzo non atterrerà mai però a Capodichino. Quella che sembrava una banale tonsillite si è poi dimostrata una leucemia. Un male fulminante, che costringe a cure durissime e debilitanti. Da qui è partito l’appello del giovane per trovare un donatore di midollo osseo. Un qualcuno che sia compatibile e che col trapianto gli doni una nuova vita.

Enrico si è quindi rivolto al popolo del Web, con un lungo post (scritto in italiano) su Facebook. In esso il giovane fa riferimento alla sua malattia e chiede aiuto a chiunque abbia pazienza e buon cuore. In esso si legge: “Ciao Leggende, purtroppo devo affrontare il percorso che mi sono augurato di evitare da diversi mesi, devo affrontare un trapianto di midollo a seguito di una Leucemia che mi rompe il cazzo da maggio scorso. Come risaputo, la cosa fondamentale affinché il trapianto abbia un buon seguito è la compatibilità con il donatore. Essendo italiano è meglio che lo sia anche il donatore per una questione di similarità del ceppo genetico”.

medicoIn seguito, Enrico indica i link ai siti delle associazioni italiana e tedesca dei donatori di midollo osseo e conclude dicendo: “Non è un impresa facile trovare un donatore compatibile, ma più siamo e più aumentano le possibilità. Ringrazio voi e la vita per questa esperienza che ci sta offrendo: fare del bene al prossimo, ma sopratutto in anonimato, è un gesto nobile e leggendario“.

Subito è poi partita la corsa per la solidarietà via Web. Sono già migliaia coloro che, negli ultimi giorni, sono andati a verificare la propria compatibilità con il giovane italo-tedesco. Molti risultati idonei hanno poi deciso di registrarsi sul sito come potenziali donatori.

Insomma è in atto una nuova campagna di solidarietà via Facebook. Un gesto che fa sempre rivalutare il corretto e sano uso dei Social Media.

Potrebbe anche interessarti