Diamante, donna napoletana trova 3500 euro e li restituisce: “Erano disperati”

spiaggia diamanteSulle affollatissime spiagge di Diamante, una donna napoletana restituisce un portafoglio con 3500 euro all’interno. Un gesto che inorgoglisce tutti i partenopei e tutti i cittadini del Sud.

Molte volte sentiamo pregiudizi nei confronti del sud. Proprio la settimana scorsa c’era stato un caso di razzismo verso una famiglia di Napoletani a Rovigo presa a sediate da alcuni uomini della sicurezza di un centro commerciale. Così quando accade un evento lieto, in verità assolutamente non l’unico dello stesso genere, che può rendere orgoglioso tutto il sud ci fa molto piacere raccontarlo.

La donna è del rione villa San Giovanni, si trova a Diamante per trascorrere le sue vacanze estive. Diamante è una terra molto amata dai napoletani. Ha trovato per puro un caso un borsello che non conteneva alcun documento ma era pieno di soldi. Ben 3500 euro in contanti. Avrebbero fatto gola a chiunque. Soprattutto perché senza documenti sarebbe stato difficile trovare il legittimo proprietario. La donna però non si è arresa ed ha cercato per tutta la spiaggia la persona che aveva perso il portafogli.

Con tanta caparbietà è riuscita a trovare i legittimi proprietari che hanno così potuto pagare il fitto della loro casa vacanze. Li ha trovati sul lido “La Sirenetta” di Diamante, il luogo dove è avvenuta tutta la vicenda.

A riportare la notizia è stato ancora una volta il Consigliere Regionale Francesco Emilio Borrelli sul suo profilo facebook che ha espresso anche alcune belle parole.

Una storia che mi emoziona solo a parlarne. I campani, così come tutti i meridionali, sono visti sempre come dei malviventi. Ma non è così. Questa signora napoletana  ha compiuto un gesto meraviglioso che ha commosso un’intera spiaggia. Ha restituito 3500 euro ad una famiglia, disperata, che avrebbe dovuto pagare le vacanze. Lo ha trovato per strada, sarebbe stato facilissimo intascarli; e invece ha deciso di fare la cosa giusta. Da lei possiamo solo imparare”.

Potrebbe anche interessarti