Natale solidale: un bistrot napoletano regala letture telefoniche ai malati di Covid

NAPOLI – Un libro, un lettore e un telefono. Bastano queste tre cose per aiutare gli altri. Tutto nasce da un messaggio che Rosanna Bazzano, proprietaria del Caffè Bistrot letterario ‘Il Tempo del Vino e delle Rose’ di piazza Dante, riceve sul suo cellulare. Il messaggio racconta dell’iniziativa di un libraio di Madrid che tiene compagnia agli anziani soli tramite delle letture telefoniche. Rosanna è a tal punto colpita dalla storia che decide di impugnare la penna e di scriverne una uguale, ma con un diverso destinatario.

Così convoca Giulia, addetta alla gestione e alla comunicazione del bistrot, e insieme riformulano l’idea in modo da indirizzarla non agli anziani ma alle persone che il covid19 sta costringendo in casa. “Appena Rosanna mi ha contattata ci siamo messe subito a lavoro” – racconta Giulia. “La cosa più bella è stata il riscontro che abbiamo ottenuto. Hanno risposto all’appello associazioni, enti no profit e semplici cittadini, tutti pronti a mettersi al servizio della causa.

Io leggo per te: usiamo i libri 📖 e il telefono ☎️ per sentirci meno soli. Contattaci 🤝 #solidarietà #bibliotecasotodelreal #unlettoreperamico #lettura #isolamentosociale #coltiviamogentielzza #covid_19

Pubblicato da Il tempo del vino e delle rose – caffè & bistrot letterario su Martedì 22 dicembre 2020

 

Nasce così un calendario redatto sulla base delle disponibilità fornite. Come è possibile leggere nella descrizione dell’evento Facebook, chiunque lo desideri può contattare la pagina del bistrot o rivolgersi direttamente a Giulia per  prenotare il lettore che gli terrà compagnia durante queste vacanze.

Questa è solo l’ultima delle trovate che ‘Il Tempo del Vino e delle Rose’ ha opposto alla crisi generata dalla pandemia:

Il bistrot, come tutte le altre attività del settore, è in grande difficoltà” – spiega Giulia. “Ma questa difficoltà ci ha dato modo di riscoprire il valore del nostro lavoro attraverso la solidarietà. Prima di ‘Un lettore per amico a Natale’ ci sono state la Domenica dei pasti sospesi e la raccolta delle scatole di Sanacore del Natale Gentile. Quando ci siamo accorti che tutto ciò che possiamo fare al momento è aiutare, siamo andati volontariamente in questa direzione. Abbiamo tutta l’intenzione di continuare a percorrerla.”

 

 

Potrebbe anche interessarti