Sicurezza stradale, dal divieto di fumo alle multe più salate per chi usa i telefoni: le novità del DL infrastrutture

dl infrastruttureDa martedì a giovedì le Commissioni Trasporti e Ambiente della Camera inizieranno a votare i 434 emendamenti al Dl Infrastrutture. Al vaglio ci saranno disposizioni urgenti in materia di investimenti e sicurezza delle infrastrutture, dei trasporti e della circolazione stradale. Dal divieto di fumo durante la guida all’obbligo di targa, casco e assicurazione per i monopattini, fino all’inasprimento delle multe per chi utilizza il cellulare al volante.

LEGGI ANCHE: Multe più salate per chi occupa i posti dei disabili

DL Infrastrutture – le maggiori novità

Per quanto riguarda le auto, viene proposta la sanzione per il conducente di un veicolo per il mancato uso delle cinture di sicurezza per i trasportati maggiorenni. Tra gli emendamenti più attesi, anche l’inasprimento delle multe per chi utilizza apparecchi radiotelefonici, smartphone, computer portatili, notebook, tablet e dispositivi analoghi che comportino anche solo temporaneamente l’allontanamento delle mani. Si passa a una sanzione da 422 a 1.697 euro (oggi è da 167 a 661 euro), con l’importante novità della sospensione della patente da 7 giorni a due mesi, con la decurtazione di 5 punti.

Proposto anche il divieto di fumo durante la guida, stalli riservati ai veicoli di cittadini che si recano in farmacia, modifiche alle norme che regolamentano il divieto di utilizzo di veicoli con targa straniera da parte di cittadini residenti in Italia da più di un anno.

Per quanto riguarda i mezzi elettrici – biciclette e monopattini – anche in questo caso ci potrebbero essere numero novità. Per i monopattini ci potrebbe essere obbligo di assicurazione, targa e casco. Multe per chi non parcheggia i mezzi nelle apposite aree creando disagi alla circolazione dei pedoni. I gestori dei servizi di noleggio dei monopattini potranno concordare con le amministrazioni comunali appositi spazi riservati alla sosta dei monopattini. Le bicilette elettriche potrebbero essere inserite nella classificazione dei veicoli.

Potrebbe anche interessarti