“Putin Ktm”: lo striscione con il messaggio di Napoli al presidente russo diventa virale

striscione putin ktm
Foto: Angela Fusco

Da Napoli alla Russia, uno striscione esposto all’esterno di un balcone che nella sua estrema sintesi ha il pregio di esprimere i sentimenti – potremmo dire – di tutto il mondo che proprio quando stava per uscire dalla pandemia, ha dovuto cominciare a fare i conti con lo spettro di una guerra che potrebbe diventare globale e nucleare. Metteteci i prezzi in aumento vertiginoso, la benzina ed il diesel a più di due euro a litro, le bollette sempre più onerose in un contesto di già estrema difficoltà economica. La frustrazione per tutto questo è racchiusa in un semplicissimo Putin Ktm.

LEGGI ANCHE – La morte e i morti nei proverbi napoletani

“Ktm” è il modo più breve e diretto per imprecare nei confronti di una persona mettendo in mezzo le povere anime dei suoi antenati deceduti, loro malgrado disturbate dalla loro tranquillità eterna. Ktm è la contrazione, infatti, di “chitemmuorto”, a sua volta utilizzato sia da solo che nella sua espressione estesa che è “ll’aneme ‘e chitemmuorto”, ossia “le anime dei tuoi cari deceduti”.

La foto, pubblicata su Facebook da Angela Fusco, ha fatto subito il giro del social network. Ma la scritta Putin Ktm era già gettonatissima tra gli utenti della rete, soprattutto accompagnata dalle immagini dei prezzi alle stelle dei carburanti. Come biasimarli: effettivamente, Putin se la poteva risparmiare.

Potrebbe anche interessarti