Sette cose insolite ma efficaci che un napoletano deve fare per iniziare bene l’anno 2015

Le 7 cose da fare a Capodanno

Il 2015 è alle porte mentre l’anno vecchio, ormai agli sgoccioli, sta per volgere al termine: è tempo di bilanci, di lasciarsi alle spalle il vecchio per dar spazio al nuovo…  è tempo di fare qualcosa di singolare, imprevedibile, bizzarro. Qualcosa che avete sempre pensato di fare ma che avete rimandato per timore, per mancanza di tempo o per altri motivi. Adesso non c’è scusa che regga… Armatevi di coraggio, convinzione e procedete! Rendete il vostro anno spumeggiante e libero da inutili preoccupazioni! 

Ecco quali sono le sette cose insolite ma efficaci da fare per chiudere l’anno in bellezza:

1) Lasciare definitivamente la persona che tentenna da anni, per cui avete perso tempo, che vi ha fatto letteralmente “spantecare”… E perdere salute, tanta salute!  Insomma, i “soliti fridd e chiammat” e “profumere”!

2) Dichiararsi alla persona che interessa nell’arco dei primi 20 minuti dell’anno nuovo. Stop ai tentennamenti: i sentimenti vanno sempre manifestati, qualunque sia l’esito! Gli antichi romani dicevano che “Audentes fortuna iuvat” e i nostri nonni napoletani doc ci hanno insegnato che: “O pietto forte vence ‘a mala sciorta” (Il coraggio vince la sfortuna). 

3) Abbracciare, nell’arco di 10 minuti, tutte le persone che sono in casa o intorno a… Compresi gli animali! Abbracciate anche il vostro fedele cagnolino! “Nunz pav”, siamo in tempo di crisi!

4) Dire ai propri amici che l’anno nuovo sarà migliore dell’anno vecchio: sbronze e divertimento ancora più intensi di quello precedente. Dite ai vostri amici che stavolta non vale affatto il detto: “Passato ‘o santo, passata ‘a festa”! 

5) Comunicare al proprio marito che il calcio non dev’essere più importante della propria moglie! Regola ferrea dell’anno nuovo (vale solo per i tifosi juventini”!).

6) Dare una carezza ai propri genitori, che nonostante tutto, sono tra le persone più importanti della vita. Ricordatevi che: “Ca ‘o zappatore, nun sa scorda ‘a mamma ! ”  e rivisitando il titolo del film del grande Mario Merola “I figli… so’ pezzi ‘e core” ricordatevi anche che “E genitor… so’ pezzi ‘e core”. 

7) Date spazio alla fantasia, armandovi di coraggio: pensate, senza tentennare troppo, a qualcosa che vorreste fare e che avete rimandato da tempo e… FATELA! Iamm iamm!

Buona fortuna e buon anno nuovo a tutti i lettori di Vesuviolive.it! 

[youtube]https://www.youtube.com/watch?v=kiDqJCdE_sw[/youtube]

 

 

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più