Il Paese più corrotto d’Europa? L’Italia!

Secondo il Corruption Perception Index 2014 di Transparency International, il nostro Belpaese, l’Italia, è la nazione più corrotta d’Europa; ma in che ambito? In classifica lo Stivale si piazza stabilmente al 69esimo posto come l’anno scorso, senza retrocedere.

Le rivelazioni sono state estrapolate dai dati emersi precedentemente alla maxi operazione sulla mafia capitale a Roma, altrimenti si pensa che l’Italia avrebbe scalato di posto verso il basso. Secondo le stime riportate da L’Espresso, il dato è comunque allarmante: l’Italia purtroppo è l’ultima ruota del carro tra i paesi del G7 e tra l’altro ultima in Europa, insieme alle sfortunate Grecia e Bulgaria che comunque rispetto al 2013, migliorano sensibilmente la loro posizione. Secondo Il Fatto Quotidiano, nel panorama globale della corruttibilità, l’Italia con i suoi 43 punti (in cui 0 rappresenta “gravemente corrotto” e 100 “assolutamente pulito” – ndr), si colloca in effetti tra le nazioni al mondo che non riescono a raggiungere il grado della sufficiente trasparenza.

Agli estremi opposti secondo i bilanci, troviamo da una parte gli stati più virtuosi, ovvero la Danimarca, la Norvegia, la Nuova Zelanda e la Finlandia; mentre i posti delle nazioni più corrotte al mondo vengono disputati dal Sudan, dalla Corea del Nord e dalla Somalia. La classifica di Transparency è stata stilata prendendo come modello ben 178 paesi, sulla base di un coefficiente numerico e facendo riferimento a pareri di esperti di alcune importanti organizzazioni, come per esempio la Banca Mondiale, la Banca Africana per lo Sviluppo e la Fondazione Bertelsmann.

Esaminando le altre realtà prese a modello, si evince che nazioni come la Cina, piazzata al 100esimo posto nella classifica, ha registrato una “perdita” di ben 20 posti rispetto all’anno scorso, mentre la Turchia retrocedendo di circa 11 posizioni, si è conquistata il 64esimo posto. Per quanto concerne gli Stati Uniti invece è il 17esimo scalino a essere occupato, preceduti dalla Germania in 14esima posizione e Regno Unito che si piazza al 12esimo posto.

Stime da Transparency International.
Stime da Transparency International.

A scalare segue inesorabile nelle prime pole position, la Francia al 26esimo posto, la Spagna al 37esimo, mentre per l’India ci troviamo più “alti” nella classifica, con l’85esimo gradino, il Messico al 103esimo posto, l’Iran al 136esimo. Fanalino di coda, svetta nelle retrovie la Russia con il 139esimo posto; l’Italia in verità nel CPI è sorpassata da migliori performance del Sud Africa e del Montenegro, ma nel G2o il nostro paese si colloca in una posizione inferiore a tutte le nazioni europee, facendosi sorpassare clamorosamente da Canada, Usa e perfino Arabia Saudita.

 

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più