Costiera Cilentana. Truffatore si finge infermiere: “Cerco soldi per i bambini”

infermiere

Sapri – Un infermiere, nelle scorse settimane, ha bussato a centinaia di porte dei paesi della Costiera Cilentana per raccogliere fondi. Il denaro sarebbe servito ad una nobilissima causa: finanziare la clown terapia per i pazienti più piccoli dell’ospedale di Sapri. Peccato, però, che non esiste alcun progetto del genere e che l’uomo non sia nemmeno un infermiere. Una truffa, quindi, volta ad arricchirsi sulle spalle di povere persone pronte a donare in beneficenza quello che potevano.

L’assurda vicenda è stata riportata dal Mattino ed è venuta alla luce per un grossolano errore del truffatore. L’uomo ha, infatti, scelto di utilizzare il nome fittizio di “Sandro Paladino”: peccato per lui che un Sandro Paladino esiste davvero ed, anzi, è un vero e conosciutissimo infermiere al nosocomio di Sapri. Probabilmente il truffatore ha scelto il suo nome proprio in virtù della sua credibilità, ma è stato proprio questo a smascherare la sua truffa. In una delle sue “raccolte fondi”, l’uomo ha cercato di truffare un’anziana signora di Marina di Camerota di 83 anni. La donna, però, era la nonna di un amico del vero Paladino e conosceva bene l’infermiere: ha dato i soldi richiesti al finto benefattore, ma ha pensato di allertare il nipote, subito dopo.

Così, Sandro Paladino è venuto a conoscenza della truffa che ha sfruttato per settimane il suo nome ed ha sporto denuncia contro ignoti per la tutela della sua immagine: “Invito tutti a diffidare da persone che chiedono soldi a mio nome – commenta l’infermiere sul Mattino – e di denunciare il fatto alle forze dell’ordine, in modo da porre fine a questa vicenda”

Potrebbe anche interessarti