E’ napoletano il giovane tenore promessa della lirica mondiale

Anche quest’anno, Somma Vesuviana rinnova l’appuntamento col suo orgoglio nel mondo. Stiamo parlando del ventottenne Vincenzo Costanzo, tenore dalla bravura e fama ormai consolidata, che domani sera allieterà il pubblico del teatro Summarte. La serata sarà tutta dedicata alla Lirica e celebrerà i 10 anni di carriera internazionale dell’artista.

Lei ha girato i più grandi teatri del mondo: San Carlo, la Fenice, il Covent Garden di Londra. Perché celebrare proprio qui?                                                                                                                               

Ho deciso di dedicare questo importante avvenimento al mio paese. Qui a Somma sono cresciuto, vi abita ancora la mia famiglia e gli amici d’infanzia. Proprio in casa dei miei nonni ho avuto l’illuminazione della mia vita professionale.

Teatro San CarloIn che senso illuminazione? Ci racconti.

In televisione c’era una pubblicità di un prodotto contro la tosse con la voce di tenore che cantava il jingle sulle note della Donna è mobile. Quello che ho fatto io è stato salire su una sedia e imitarlo. Allorché mio nonno guardandomi mi dice: fermati un attimo, rifallo da capo. Eseguo e lui si rivolge a mia nonna esclamando: << Lina, ma chist’ addò ‘a cacciata ‘sta voce? >>. Da allora, ho cominciato ad imitare i tre tenori che si vedevano spesso in tv, Carreras, Domingo e Pavarotti. Da lì ho iniziato la mia strada, entrando poi nel coro di voci bianche del San Carlo e diplomandomi al conservatorio. Poi la carriera vera e propria è iniziata solo nel 2009.

Sono anni che lei fa eventi al Summarte. Gli anni scorsi i temi delle serate sono stati diversi, come il connubio Lirica e Jazz oppure le canzoni di Domenico Modugno. Quest’anno su cosa verterà lo spettacolo?

Domani sera la serata sarà tutta dedicata alla grande Opera Lirica italiana. Essa fa parte di me. E’ il mio mestiere, la mia passione e mi rincresce vedere come sia poco conosciuta e pubblicizzata dal popolo che l’ha generata.

L’evento s’intitola “Costanzo & Friends”, quindi non sarà solo sul palco?

Per una serata dedicata all’Opera, ho ritenuto giusto che fossero presenti alcuni tra i miei più cari colleghi. Sto parlando non solo di cari amici ma anche di artisti lirici del panorama internazionale come: Davide Ferrigno (tenore), Antonio Di Matteo (basso), Maurizio Esposito (baritono) e Ilaria Sicignano (soprano). Ad accompagnarci vi sarà anche il pianista Salvatore Annunziata ed altri ancora. Mi aspetto un serata che trabocchi d’arte e che soprattutto diverta il pubblico in sala.

Si prospetta un magnifico spettacolo al teatro di Somma Vesuviana. Soprattutto essa sarà un omaggio ad un grande artista, figlio del Vesuvio, e ad una delle più spettacolari forme d’arte.

Potrebbe anche interessarti