Donazioni Cotugno: l’iniziativa degna di lode di un’azienda di S. Maria C.V.

Donazioni Coronavirus: in un periodo di emergenza come questo, non solo il pubblico ma anche il privato sta facendo tanto per donare il più possibile al nostro sistema sanitario. General Wood 2000, ad esempio, è una s.r.l. con sede nel centro storico di Santa Maria Capua Vetere (CE) che opera da diversi anni con competenza e professionalità nel settore del legno, realizzando ed installando porte e arredamenti su misura e che, nel suo piccolo, si sta impegnando a raccogliere donazioni per l’Ospedale Cotugno. 

Queste è l’idea dell’azienda del Casertano: “Questo è un periodo storico particolarmente delicato per l’Italia e non riusciamo a stare fermi a guardare; nel nostro piccolo e in base alle nostre possibilità sentiamo il dovere di fare qualcosa per la nostra comunità e porci al fianco del Sistema Sanitario Nazionale.

Il lavoro che sta svolgendo la classe sanitaria, in questa fase di emergenza da Coronavirus, è esemplare e va elogiato; per questo motivo vogliamo metterci a loro servizio e, attraverso le nostre competenze, offrire consulenze gratuite ai nostri clienti per favorire donazioni, assolutamente non vincolanti, ma volontarie da devolvere al reparto di rianimazione dell’ospedale Cotugno di Napoli.
“Per questo motivo abbiamo deciso di aprire un servizio clienti dove questi ultimi potranno richiedere un appuntamento virtuale (Face Time, Skype e così via) con i nostri tecnici per qualsiasi delucidazione o problema di nostra competenza; lo spazio di questo appuntamento dovrebbe durare circa 30 minuti per cliente, tempo necessario per dissipare ogni dubbio e rispondere a tutte le necessità, ma anche mostrare attraverso webcam i nostri prodotti a chi ne fa richiesta ed eventualmente fornire preventivi e consulenze.
“Noi non ci fermiamo ma ci mettiamo al servizio della nostra comunità che mai come ora ha bisogno dell’aiuto di tutti; in questo modo noi riusciremo a garantire sicurezza per i nostri clienti, tramite ovviamente il contatto virtuale ed in più siamo estremamente convinti di riuscire a raccogliere fondi necessari in questo periodo per i reparti di rianimazione degli ospedali.
“Noi abbiamo deciso di mettere le nostre competenze a disposizione del servizio del sistema sanitario e speriamo che questo nostro gesto possa essere di esempio per molti. In questo periodo l’unica cosa che possiamo fare è mettere da parte i nostri interessi e pensare ad un bene collettivo. La campagna donazioni è gestita da GoFundMe e puoi aderire cliccando sul tasto “dona” in coda alla pagina”.

Potrebbe anche interessarti