Appello delle pasticcerie campane a De Luca: “Chiediamo riaperture controllate”

pasticcerie campaneL’appello delle pasticcerie campane: dopo le pizzerie e i ristoratori, che hanno lanciato l’hashtag #iovoglioripartire, anche le pasticcerie campane chiedono di poter riavviare l’attività dopo il lungo stop legato alle restrizioni causate dall’emergenza Coronavirus.

Parte da Pompei la richiesta al presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, ad autorizzare le pasticcerie a riaprire per la vendita di dolci con un sistema controllato di entrata nei locali. A lanciare l’appello a nome della categoria dei pasticcieri è stato Salvatore Gabbiano, membro dell’Accademia Maestri Pasticceri Italiani. Il testo dell’appello è riportato dal Corriere del Mezzogiorno:

“La nostra categoria è stata messa nell’angolo. Abbiamo i dipendenti a casa e molti rischiano di non aprire più. Per questo chiediamo al presidente De Luca se può verificare di farci aprire in modo controllato. Noi potremmo chiamare a turnazione i nostri dipendenti dando così ossigeno alle nostre attività”.

I pasticceri campani si uniscono così alla richiesta dei pizzaioli campani, che propongono l’apertura delle attività con consegna a domicilio per evitare l’affollamento dei locali. Sono, ovviamente, ancora tanti i settori in seria difficoltà a causa dello stop nazionale per l’emergenza sanitaria da Coronavirus, ma non è assolutamente facile conciliare la ripresa economica della regione e del paese tutto con il pericolo incombente del virus.

Potrebbe anche interessarti