Covid, impennata di contagi a Casoria: 109 positivi, +12 in soli 2 giorni. È caos tra i cittadini

Continua l’emergenza Covid a Casoria, così come nel resto della Campania. Il sindaco, Raffaele Bene, ha comunicato la positività di ben 109 cittadini scatenando le polemiche di quanti lo accusano di aver perso il controllo della situazione.

Mercoledì scorso, l’Ospedale Santa Maria della Pietà ha interrotto le sue attività causa Covid. Una persona operante all’interno della struttura era risultata positiva al tampone. Avendo avuto numerosi contatti all’interno del nosocomio, sono partite le procedure di rito, con tamponi a tappeto su oltre 300 persone. Di qui, la paura dei cittadini dell’insorgenza di un nuovo e pericoloso focolaio.

Il primo cittadino ha fatto accenno all’accaduto soltanto poche ore fa: “Vi comunico che i nostri concittadini positivi salgono purtroppo a 109. Tra di essi ci sono coloro che erano presso l’ospedale. I guariti sono 17. Cerchiamo di essere responsabili, indossando la mascherina anche all’aperto e mantenendo il distanziamento sociale.”

L’aggiornamento precedente risale al 26 settembre, quando i positivi attuali erano 97 e i guariti 15. Dunque, in due giorni sono stati registrati ben 12 casi in più a fronte di sole 2 guarigioni.

L’ultimo post del sindaco ha scatenato una vera e propria baraonda di commenti in cui si critica il suo operato. Molti chiedono la chiusura delle scuole evitando di mettere a rischio migliaia di bambini. Altri intervengono sulla questione dell’ospedale con commenti del genere: “La notizia del focolaio all’ospedale è vecchia di tre giorni e lei soltanto questa sera la accenna tramite uno scarno bollettino.”

Qualcuno lamenta le difficoltà di un territorio allo sbando, completamente abbandonato dalle autorità con gente che non rispetta le norme. Qualcuno addirittura esorta i vertici a dichiarare Casoria zona rossa. Insomma, tra nuovi contagi e polemiche la questione Covid a Casoria presenta non poche difficoltà.

Potrebbe anche interessarti