Svolta per i lavoratori ex Carrefour Casoria: reale o altra farsa?

Carrefour Casoria

Un possibile nuovo investimento per il Carrefour di Casoria. Stando alle ultime indiscrezioni si sarebbe fatto avanti, già dal marzo dello scorso anno, un imprenditore, Iorio, che almeno fino a dicembre 2014 aveva la priorità su altri per la ricostruzione e la riassunzione dei circa 150 ex dipendenti che operavano sul primo grande centro commerciale di Casoria. “Le cifre da investire – come ci racconta Gennaro Imperatore del comitato dei lavoratori nonché rappresentante Uil, – non sono soldi da poco: qua si parla di un investimento di circa venti milioni di euro che il signor Iorio si dimostrava ben disposto a spendere: manifestò in questo, tutto il suo impegno e collaborazione per riportare il Carrefour ai vecchi splendori. Il sindaco – prosegue – ha dato anche la massima disponibilità a collaborare, e anche se al momento siamo fermi e in un centinaio di noi in stato di mobilità, possiamo dichiararci fiduciosi che la cosa si risolva al più presto”. Piccola nota dolente, specifichiamo, il 2014 è ormai passato, una risposta quantomeno “concreta” avrebbe dovuto dicembre, eppure, si suppone “momentaneamente” ancora tutto tace. Per la prossima settimana sono previsti nuovi incontri con il sindaco di Casoria, Carfora, per verificare effettivamente quando arriveranno questi fondi e finalmente si sarà pronti a mettere la parola “fine” a quest’assurda vicenda. Ricordiamo che la chiusura del Carrefour risale ormai a anni fa; sono stati effettuati blocchi, scioperi, presidi, pacifiche manifestazioni, campagne di informazione, poi promesse su promesse, di cui nessuna si è rivelata affidabile. Si aspetta adesso il prossimo passo dell’eventuale investitore e la messa in piedi del primo “mattone” per l’ex ipermercato, cosa regalerebbe a tutti quel piccolo spiraglio d’uscita. “Da parte nostra, – conclude Imperatore – quando sarà imposta anche solo la prima pietra per la ricostruzione del nostro capannone, subito agiremo con presidi d’informazione e faremo conoscere a tutti i cittadini, non solo casoriani, la nostra situazione”. Fino a questo momento la divulgazione si è rivelata utile… Eppure rammentiamo, sfortunatamente, non ancora risolutiva.

Potrebbe anche interessarti