Casoria invasa da blatte, cittadini esausti. Il Comune sa e non agisce

blatteAllarme blatte a Casoria: da due anni circa, da marzo a agosto, l’intera cittadina è invasa da questi animali grossi e disgustosi che infastidiscono veramente tutti. Gli insetti sono grandi, pericolosi e nocivi per la salute. Peggio poi per i bambini piccoli che potrebbero facilmente giocarci o metterli in bocca. La situazione è grave: queste presenze rosse dal guscio duro, raggiungono anche i piani alti delle abitazioni (qualcuno ha addirittura detto fino ai sesti o settimi piani) s’intrufolano nei muri, nei panni, persino nelle ceste da giochi dei più piccoli. Qualche bambino ha corso anche il rischio di prenderlo in mano e per poco non ci è scappata la tragedia. Inutili le rimostranze alle istituzioni; gli abitanti attestano che si fa finta di niente, nessuno vuole saperne di questo problema e si delega per la soluzione sempre un altro ufficio. E intanto la cittadina è assediata da questi insetti e nessuno provvede a una disinfestazione globale. “L’anno scorso – testimonia una cittadina – mi sono rivolta persino all’Asl, mi dissero che non era loro competenza, ma quest’anno non voglio passare un’altra estate chiusa in casa e invasa da blatte”. Ancora, racconta un’altra casoriana: “Ho trovato le blatte nella cesta da giochi di mia figlia piccola, correva il rischio di entrarci in contatto e addirittura di ingerirle. Ci siamo fatti sentire al municipio lo scorso anno, eppure nessuno è intervenuto. Abbiamo paura per noi e per i nostri figli”. Nelle stanze del municipio dunque, date le rimostranze, si conosce la situazione, eppure da due anni non hanno mosso un dito: perché? Troppi soldi da spendere, insensibilità ai problemi reali dei cittadini, o forse il problema non interessa chi non lo vive da vicino?

Potrebbe anche interessarti