Multe per i trasgressori ad Acerra. In arrivo anche per altri comuni

Acerra

E’ guerra al sacchetto selvaggio per i comuni dell’area nord di Napoli. Di recente il comune di Acerra ha avviato un’iniziativa di controllo per le rampe di accesso all’autostrada e superstrada da dove sono stati sequestrati circa 70 quintali di rifiuti solidi urbani abbandonati illegalmente.

Da subito sono scattate le ricerche dei trasgressori; parecchi sono stati rintracciati e pagheranno multe anche molto salate. Si accoderanno a Acerra anche i comuni di Brusciano e Castello di Cisterna visto che anche dalle loro parti, e soprattutto per le strade abbandonate spesso poco controllate dalle autorità, si sta accumulando tantissima spazzatura puzzolente e inquinante.

Il primo cittadino di Acerra Raffaele Lettieri ha ancora una volta ribadito l’ importanza di mantenere il comune e le strade che conducono dentro e fuori di esso pulite; ha anche segnalato uno speciale numero verde 800585912 per contattare il comando dei vigili in caso di simili disagi, anche in forma anonima.

Non dimentichiamo che tempo fa, la strada statale tra Brusciano e Castello di Cisterna, era stata chiusa proprio a causa della massiccia presenza di spazzatura sversata non si sa da chi. Necessaria la presenza di controlli, di rieducazione cittadina, differenziata, ma soprattutto di “avvisare le autorità in caso di avvistamento trasgressori”.

La sfida è stata lanciata: si riuscirà a sensibilizzare seriamente l’opinione pubblica, ma soprattutto degli abituali inquinatori?

Potrebbe anche interessarti