Il compagno di cella di Titò svela: “Mi ha detto di aver ucciso e abusato di Fortuna”

fortuna loffredo

Proseguono gli interrogatori del processo che vede coinvolto Raimondo Caputo, detto Titò, accusato di aver compiuto abusi sessuali e di aver ucciso la piccola Fortuna Loffredo. Dopo l’interrogatorio all’amica 13enne di Fortuna (la quale ha accusato Caputo), è stato sentito il compagno di cella di Titò, Mario Della Valle.

Della Valle, che è stato compagno di cella per 5 mesi di Caputo, è stato interrogato dai giudici. Ecco cosa ha dichiarato come riportato dal Mattino: “In cella Caputo ha raccontato di aver abusato delle figlie della compagna e di aver abusato e ucciso Fortuna Loffredo. Sull’omicidio non gli abbiamo creduto finché non è arrivata l’ordinanza, a quel punto l’ho picchiato“.

Prosegue: “Caputo e Fabozzi si coprivano a vicenda. Lei copriva lui sugli abusi alle figlie – riporta Repubblicaperché lui a sua volta taceva sulla morte del piccolo Antonio Giglio, figlio della Fabozzi e da lei buttato dalla finestra, cosa che lui sapeva“.

Potrebbe anche interessarti