Giugliano, progetto per l’inclusione dei Rom: cure mediche e formazione per 480 famiglie

Immagine di repertorio

In un tempo difficile come questo, la Regione Campania ha fatto un passo avanti verso l’inclusione dei Rom presenti sul nostro territorio.

La Giunta regionale ha approvato oggi il progetto “A.b.r.a.m.o.”, un atto politico di particolare valore. Si avvia un percorso di integrazione abitativa, lavorativa e sociale delle popolazioni Rom, Sinti e Camminanti presenti sul territorio di Giugliano in Campania.

Il progetto nasce nel 2015 con la partecipazione della Prefettura di Napoli, della Città metropolitana, del Comune di Giugliano e degli enti del terzo settore che sono in campo per affrontare questa che è una vera emergenza. Lo stanziamento è di 864mila euro per 480 unità familiari, di cui 250 sono minori.

Il denaro stanziato sarà finalizzato alla garanzia dei servizi essenziali, alla risposta dei diritti fondamentali quale quello dell’abitazione, dell’assistenza sanitaria, dell’inclusione sociale. Particolare attenzione andrà dedicata alla dispersione scolastica e alla formazione al lavoro.

È un primo asset di intervento strategico – dichiara l’assessore Mario Morcone – sulle politiche di inclusione della Regione Campania che va nella direzione del rispetto della “Carta dei diritti fondamentali dell’Unione europea” e della “Dichiarazione universale dei diritti” umani”.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più