Video. Bambini stranieri giocano sulla spiaggia inquinata: bufera sui social

Castellammare di Stabia – Una scolaresca di più di venti bambini gioca sul lungomare di Castellammare di Stabia. Sono tutti stranieri, probabilmente difficilmente vedono il mare nel loro paese perché estasiati lo contemplano dal bagnasciuga, si stupiscono nel semplice raccogliere sassolini e sabbia lanciandoli in acqua, gridano ogni volta che le onde si avvicinano ai loro piedini. Sembrerebbe una meravigliosa cartolina della nostra terra, un’altra grande emozione regalata a piccoli turisti. Peccato che ci sia altro sotto.

I piccoli e le loro maestre, probabilmente, non sanno che quel tratto di costa sia compreso fra la foce del Sarno ed il Porto di Castellammare, non sanno che il Sarno sia uno dei fiumi più inquinati al mondo e che l’acqua e l’intero arenile in cui infilano le manine sia un ricettacolo di liquami e scarti altamente tossici. Certo, i piccoli stanno solo giocando, non sono davvero a rischio, ma immediatamente la bella cartolina si trasforma in un rammarico, in un potenziale mancato: la spiaggia è bellissima come tutta la nostra terra, ma velenosa.

È quello che hanno pensato gli stabiesi vedendo il video. Salvatore Sicignano l’aveva, infatti, condiviso sul gruppo Facebook “Sei stabiese D.O.C. se…” sperando in commenti positivi, ma la reazione degli utenti è stata quasi un’univoca polemica sui rischi nel toccare quella sabbia. All’incoscienza dei bambini e degli stranieri si nota in contrasto la consapevolezza ed il rammarico dei cittadini che hanno imparato a convivere con una realtà sbagliata e con un mondo che non fa nulla per cambiarla e trasformare quella spiaggia nella cartolina che dovrebbe essere.

Questo il link per vedere il video

Potrebbe anche interessarti