Ercolano, la Festa dello sport è già un successo: la giostra per disabili sarà installata…

Festa dello sport

Sulle giostre si sale per divertirsi, ma è la loro costruzione a creare unità. Questo, almeno, è ciò che sta avvenendo ad Ercolano grazie alla prima edizione della “Festa dello sport”, che si terrà domani dalle 10:00 alle 20:00 per le strade e presso alcune strutture cittadine. Partita come iniziativa solidale per acquistare una giostra per disabili, l’evento – organizzato dall’associazione Ercolano Viva, in collaborazione con il Comune e con il patrocinio morale del cardinale Crescenzio Sepe, dell’Unicef, della sezione ercolanese degli arbitri e dell’Assessorato alle politiche sociali della Regione Campania -, infatti, ha già visto, prima ancora di cominciare, una straordinaria partecipazione da parte di tutte le categorie coinvolte nel progetto, tanto da aver già racimolato la cifra necessaria all’installazione della stessa.

Ad annunciarlo, raggiante, è stato il vicesindaco – nonché assessore allo sport – Luigi Fiengo, che ha aperto la conferenza stampa di presentazione (svoltasi a Villa Maiuri) con la notizia che tutti auspicavano: “Voglio ringraziare in primis il sindaco, le associazioni e tutti i cittadini che hanno contribuito, ognuno come ha potuto, a raggiungere la cifra necessaria all’acquisto della giostra per disabili (2584 euro + IVA), motivo di fondo per il quale abbiamo deciso di dare vita alla Festa dello sport. Ci tengo a sottolineare anche che la stessa è stata totalmente a costo zero per l’amministrazione, che potrebbe arrivare a comprare addirittura due giostre, se anche domani la risposta dei cittadini sarà come ci attendiamo“.

Cittadini ai quali si è poi rivolto il sindaco Ciro Buonajuto in persona allargando il discorso ad una riflessione sulla strettissima attualità: “Stamattina (ndr) mi sono svegliato con la notizia dell’uscita della Gran Bretagna dall’Unione Europea e ho pensato a questa manifestazione, perché in un mondo in cui la globalizzazione economica fa sì che le sorti di un paese come Ercolano dipendano da decisioni molto lontane, diventa ancora più importante la globalizzazione degli esseri umani. I più fortunati devono aiutare i meno fortunati, come i disabili e i bambini, per i quali stiamo cercando di aprire sempre più aree giochi, come il Parco di Pugliano. Per queste ragioni credo non sia importante quanto corrisponderanno i partecipanti e i cittadini, ma quante persone ci saranno. Domani spero che dimostreremo di essere una comunità“.

Festa dello sport

Una comunità che sarà coinvolta nelle numerose attività programmate grazie alla collaborazione delle 12 associazioni sportive, delle 10 associazioni sociali e dei 53 tra esercenti e imprenditori che hanno sostenuto economicamente la Festa dello sport, “che vorrei sottolineare – ha affermato Ciro Santoro, presidente dell’associazione Ercolano Viva – siamo riusciti a realizzare con un esborso pari a soli 500 euro“.

Lo stesso, tra i principali promotori dell’evento, ha poi illustrato come si svolgerà la manifestazione di domani. Si comincerà alle 10:00 con una serie di attività sportive predisposte a Piazza Trieste e Corso Italia, quali basket, pallavolo, calcio, fitness e taekwondo. Inoltre vi saranno anche degli stand di alcune cooperative sociali legate alla disabilità pschica, autorizzate alla vendita di manufatti. Nel pomeriggio, invece, alle 16:00 prenderà il via la maratona della famiglia, con bambini che correranno assieme ai loro genitori, fratelli maggiori o nonni sino allo stadio comunale “Raffaele Solaro”, dove si terrà un quadrangolare di calcio tra la rappresentativa del Forum delle Associazioni, quella dei parenti dei disabili, dell’amministrazione (con la presenza del sindaco stesso) e dei commercianti, a cui parteciperà anche il calciatore dell’Herculaneum 1924 (coinvolta nel progetto) Stefano Costantino. Il torneo sarà tra l’altro preceduto e intervallato dalle esibizioni canore di cantanti ercolanesi come Govanni Scardamaglio (protagonista a The Voice) e Andrea Sannino e quella di Francesco Da Vinci, figlio del più famoso Sal.

Una kermesse, dunque, che punta a coinvolgere tutte le forze e le abilità della città di Ercolano, come desumibile dallo slogan scelto dagli organizzatori, “ABILItiAMOci alla felicità”, “perché spesso i primi disabili – chiosa Santoro – siamo noi cittadini, che – come ciechi – non ci accorgiamo delle necessità di chi ci sta vicino e del nostro territorio”. Un territorio che verso la fine di ottobre vedrà l’installazione della tanto agognata giostra, probabilmente inserita o di fronte Villa Campolieto o nel Parco Belvedere.

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più