Ercolano – Portici – Torre del Greco: sequestrato chiosco e 200 kg di mitili e prodotti ittici

mitili

Intenso lavoro posto in essere da parte della Capitaneria di porto di Torre del Greco attraverso il proprio rafforzato dispositivo di sicurezza e prevenzione marino/terrestre messo in campo lungo tutto il litorale del “Miglio d’Oro” a garanzia dell’ordinato svolgimento delle attività balneari lungo il litorale nonché a salvaguardia della vita umana in mare della sicurezza della navigazione, ed  a tutela e difesa dell’ambiente e del delicato ecosistema marino/costiero dei territori.

Nel corso dell’operazione sono stati posti i sigilli ad un chiosco prefabbricato per la vendita di alimenti abusivamente realizzato in un’area demaniale sottoposta a vincoli paesaggistici, del valore di circa 30.000 euro. Ispezionati anche, con il concorso della Polizia Municipale vari stabilimenti balneari e rinvenute varie irregolarità sotto il profilo urbanistico/edilizio ed ambientale.

Importanti anche i risultati conseguiti nel corso di tale intensiva opera di monitoraggio del territorio a tutela dell’ambiente e delle risorse floro/faunistiche del delicato ecosistema marino/costiero che caratterizza la fascia litoraneo/costiera vesuviana.

Sei i denunciati nel corso di una mirata operazione attraverso la quale  è stata sgominata un’associazione criminale dedita al traffico illecito prodotti ittici non tracciati e pericolosi per la salute pubblica operante nel territorio.  Tutti sono stati denunciati per violazione delle leggi a tutela della salute pubblica mentre circa 200 sono stati i chilogrammi complessivi di mitili e prodotti ittici sequestrati per un valore commerciale di migliaia di euro.

Nel corso poi del capillare pattugliamento marino, esteso anche al litorale di Portici ed Ercolano, effettuato dalle unità navali della Guardia Costiera corallina sono stati rinvenuti e sequestrati decine di attrezzi da pesca illecitamente collocati in zona sottoposta alla balneazione.

Inflessibilità e tolleranza zero nei riguardi di chiunque, proprietario, noleggiatore ecc. attraverso una modalità di conduzione della propria unità nautica non coerente con gli obblighi di legge abbia potuto costituire potenziale pregiudizio e pericolo per la pubblica e privata: questo il diktat assunto dalla Guardia Costiera di Torre del Greco, che in tale ottica ha anche proceduto ad ispezionare trentasei (36) unità da diporto e proceduto al rilascio di n. 13  bollini blu nell’ambito della campagna estiva anche quest’anno promossa a Livello centrale dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti sull’intero territorio nazionale volta alla  semplificazione e coordinamento delle attività di controlli in ambito nautico/diportistico al fine di limitare il rischio di duplicazione nelle verifiche e aumentare il livello di sicurezza.

Si ricorda, che in caso di emergenza in mare è sempre attivo su tutto il territorio nazionale il “Numero Blu 1530”, un servizio gratuito per il cittadino, grazie al quale è possibile comunicare con il Comando delle Capitanerie più prossimo alla località da cui viene effettuata la chiamata di emergenza, anche se questa viene effettuata da telefonia mobile.

Potrebbe anche interessarti