Ercolano, blatte invadono Corso Italia: la Protezione Civile interviene col veleno

blatte

Una vera e propria invasione di blatte quella avvenuta intorno alle 11:30 ad Ercolano, in una delle principali arterie di comunicazione del comune vesuviano, ovvero Corso Italia. Ad accorgersene comuni cittadini che, ignari, passeggiavano tranquillamente per strada e che improvvisamente si sono trovati circondati dagli orribili scarafaggi. Proprio loro hanno immediatamente provveduto ad allertare la Protezione Civile e la Polizia Municipale per intervenire contro i piccoli ma non ben accetti invasori, eliminati a colpi di scopa e di veleno.

blatte

Immediato, infatti, l’intervento delle forze di sicurezza cittadine, che hanno prima delimitato l’area interessata dall’invasione delle blatte circoscrivendola con il noto nastro bianco e rosso e per poi provvedere ad agire sugli animaletti – raccolti in più punti con l’aiuto di scope e palette e di qualche cittadino – con il veleno. Proprio per questo motivo la zona, una traversa di Corso Italia, attorno al civico 93, è stata fatta sgombrare delle auto lì parcheggiate e delle persone, sia per facilitare le operazioni di pronto intervento, sia per impedire l’inalazione del veleno ai passanti.

blatte

Le blatte – secondo una nota degli uffici comunali – sono fuoriuscite da un unico tombino, presente nella traversa in questione, il quale durante la mattinata era stato aperto per un’operazione di espurgo.  Momentaneamente è solo questa la strada preclusa al transito. Nessuna invasione, dunque, ma pronto intervento straordinario di Protezione Civile, Polizia Municipale e Ufficio Ecologia – continua la nota – per evitare che si diffondessero anche sulla strada principale.

Al momento l’emergenza sembra rientrata, con l’operazione della Protezione Civile che sembra aver già fatto effetto. Operazione che fa seguito alla deblattizzazione avvenuta la sera di lunedì 4 luglio, la quale tuttavia non ha toccato interamente il territorio cittadino di Ercolano, anche se non è dato sapere se nella zona in questione sia effettivamente avvenuta o meno.

blatte

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più