Balneabilità 2017, brutte notizie per Ercolano: ecco i dati dell’Arpac

L’estate 2017 è ormai alle porte e in tanti si chiedono se potremo fare qualche bella nuotata nei nostri mari. Le acque di Ercolano purtroppo, anche quest’anno, sono classificate non balneabili, secondo i dati emessi dall’Arpac all’inizio di aprile.

Fatta eccezione per la spiaggia di Punta Quattro Venti, l’Ex Bagno Risorgimento e La Favorita presentano una classificazione “scarsa” che comporta la non balneabilità del mare. Problema fondamentale dell’inquinamento delle coste ercolanesi, come si evince dal rapporto Arpac, è la mancanza di impianti di depurazione.

Sia l’Ex Bagno Risorgimento sia La Favorita non sono balneabili dal 2013, un dato preoccupante e scoraggiante, soprattutto per gli abitanti di Ercolano, che devono spostarsi ogni anno per godere di un mare pulito. La spiaggia di “Scogli della Scala” di Punta Quattro Venti, invece, presenta una classificazione “buona” che ne garantisce la balneabilità.

La mappa interattiva dell’Arpac assegna colori diversi ai diversi tratti di spiaggia, in relazione al livello di balneabilità: il rosso rappresenta la qualità scarsa delle acque e quindi la non balneabilità, il colore verde una buona qualità delle acque che ne garantisce ancora la balneabilità, l’azzurro una qualità eccellente. Ebbene la costa di Ercolano non presenta in nessun punto l’azzurro, non riuscendo ancora ad ottenere un’acqua perfetta.

Ricordiamo che, per determinare la balneabilità delle acque, l’Arpac definisce dei parametri microbiologici, che sono monitorati costantemente.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più